Agrigento recupera il suo "volto" antico: ecco il nuovo logo

Dal 2012 si sa che quello attuale è uno stemma abusivo, perché modificato nel 1933 senza alcuna autorizzazione da parte degli organi preposti

La città di Agrigento recupera il suo antico volto, l’unico che in realtà ha una concretezza storica e istituzionale.
Nei giorni scorsi – ma la notizia sarà annunciata probabilmente prossimamente – dall’ufficio Araldica della Presidenza del Consiglio dei ministri è arrivato il definitivo “via libera” per il nuovo logo della città, che dopo anni si libererà dello stemma fin qui utilizzato in modo sostanzialmente abusivo e improprio. 

Era il 2011 quando si scoprì l’inghippo, grazie alla segnalazione presentata da un cittadino che chiese di fatto un intervento all’ufficio governativo per impedire un tentativo di modifica avanzato dall’ex sindaco Marco Zambuto in consiglio comunale, il quale all’epoca provò a modificare lo statuto comunale inserendo l’attuale stemma, quello recante un drappo rosso che è però eredità del periodo fascista.  Una versione che risale a 1939, quando un illustratore, tale Pietro Fedele, su richiesta del podestà cittadino collocò sullo scudo con i tre giganti un capo rosso (simbolo del Socialismo) e il fascio litorio, che poi venne sostituito “a freddo” dal simbolo della Repubblica. 

Un fatto, questo, “arbitrario e non consono”, per l'ufficio araldica, perché sarebbe dovuto saltare l'intero capo rosso. “La Città di Agrigento - sentenziava quindi l'Araldica –attualmente usa uno stemma non rispondente a quanto a suo tempo riconosciutole”.

Si riporta quindi la normalità della situazione, grazie all’interesse dell’amministrazione Firetto, dell’ex dirigente comunale Domenico Sinaguglia – che ha continuato la propria attività nonostante la pensione – e l’illustrazione grafica del disegnatore Sergio Criminisi.
La presentazione dello stemma e del nuovo gonfalone, prevista per i giorni scorsi, è stata rinviata nei giorni prossimi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Auto sbatte contro un cancello e si ribalta lungo la statale 122, morto il ventiseienne

  • Focolaio di coronavirus in casa di riposo, oltre 50 i positivi: Campobello è a rischio "zona rossa"

  • Paura e contagi fuori controllo nell'Agrigentino, Cuffaro sbotta: "La verità? Siamo in mano a nessuno"

  • Coronavirus, boom di contagi ad Aragona: 24 in un solo giorno e si arriva a 65 positivi, un'altra vittima a Canicattì

  • Coronavirus, i positivi continuano ad aumentare: chiuse piazze e vie e stop alle scuole

  • Incidente sulla statale 115: violento scontro frontale fra auto, due feriti in ospedale

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento