Cronaca

Tornava da Palermo con un "carico" di cocaina, arrestato gambiano ospite di centro d'accoglienza

L'immigrato era andato a rifornirsi di “roba” in concomitanza con i primi giorni di zona “gialla” e dello spostamento del coprifuoco dalle ore 22 alle 23

I carabinieri della stazione di Raffadali gli stavano alle calcagna da un po’. Sapevano che spacciasse e che i suoi “giri” gravitavano fra Agrigento e Raffadali, con saltuari spostamenti verso il capoluogo siciliano. Nella serata di mercoledì è stato arrestato, in flagranza di reato, per detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio. Ed è stato bloccato mentre era di ritorno da Palermo, piazza di rifornimento privilegiata, mentre era ancora sul convoglio ferroviario.

I militari dell’Arma di Raffadali, coordinati dal capitano Marco La Rovere della compagnia di Agrigento, sono entrati in azione non appena il treno è arrivato alla stazione centrale della città dei Templi. E’ scattata, appunto, la verifica e il venticinquenne gambiano, fino ad allora ritenuto sospetto, è stato trovato in possesso di 20 grammi di cocaina e due grammi di marijuana. Il giovane extracomunitario, ospite di una struttura d’accoglienza del capoluogo, era andato, di fatto, a rifornirsi di “roba” in concomitanza con i primi giorni di zona “gialla” e dello spostamento del coprifuoco dalle ore 22 alle 23.

Già forse da ieri avrebbe iniziato a smerciare. Gli è però andata male perché i carabinieri di Raffadali gli erano, e già da un po’, con il fiato sul collo. La droga – continua ad andare per la maggiore la cocaina – è stata sequestrata. Il giovane è stato posto, in attesa dell’udienza di convalida, agli arresti domiciliari nella stessa comunità d’accoglienza per immigrati dove risultava essere alloggiato. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tornava da Palermo con un "carico" di cocaina, arrestato gambiano ospite di centro d'accoglienza

AgrigentoNotizie è in caricamento