"Vendeva posti di lavoro truffa", torna libero militare della Guardia costiera

Il gip ha sostituito la misura degli arresti domiciliari con l'obbligo di dimora ad Agrigento nei confronti del quarantaduenne Luca Fresco

Luca Fresco

Torna libero, salvo dover restare nel territorio del Comune di Agrigento, il quarantaduenne Luca Fresco, sottocapo in servizio alla Guardia Costiera di Porto Empedocle, arrestato il 29 marzo con l’accusa di “traffico di influenze illecite”. Il militare, in sostanza, è accusato di avere finto di essere in condizioni di garantire, in cambio di somme di denaro, assunzioni e certificazioni. Il gip Stefano Zammuto, al quale si sono rivolti i difensori, gli avvocati Raimondo Tripodo e Mariangela Cucchiara, ha sostituito la misura cautelare degli arresti domiciliari con l’obbligo di dimora ad Agrigento.

"Prometteva posti di lavoro in cambio di soldi", arrestato militare della Guardia Costiera

Lo stesso pubblico ministero Chiara Bisso aveva dato parere favorevole alla significativa attenuazione della misura cautelare. Il giudice, peraltro, dopo avere convalidato l’arresto e applicato i domiciliari, visto che in un primo momento Fresco era finito in carcere, aveva riqualificato l’accusa in millantato credito, ipotesi di reato meno grave. Ad arrestarlo erano stati gli stessi militari della Guardia costiera in servizio alla sezione di Polizia giudiziaria della Procura. Secondo l’ipotesi accusatoria, "il militare avrebbe promesso, in cambio di denaro, dei posti di lavoro e dei titoli professionali marittimi, millantando conoscenze importanti all’interno del corpo delle Capitanerie di Porto e dell’autorità di sistema portuale di Palermo”.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Moto ape contro camion sulla statale 115, muore ottantottenne

  • "Temevo di essere ucciso ma ho detto no al rientro in Cosa Nostra", Quaranta si racconta a Rebibbia

  • "Tangenti per chiudere un occhio sulla contabilità", fra gli arrestati c'è un imprenditore favarese

  • "Restituite stipendio e Tfr o vi licenzio", direttore supermercato condannato a 5 anni

  • Rapina a mano armata in pieno giorno, derubato un corriere: portati via pacchi e soldi

  • Il Giro d'Italia torna nell'Agrigentino, la "corsa rosa" fa tappa in Sicilia

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento