Martedì, 28 Settembre 2021
Cronaca

Atti persecutori ed incendio, "è socialmente pericoloso": sorveglianza speciale per 35enne

Ad emanare il decreto - su proposta del questore Rosa Maria Iraci - è stata la sezione Misure di prevenzione del tribunale di Palermo

Sorveglianza speciale per un trentacinquenne di Agrigento, H. N., ritenuto socialmente pericoloso. Ad emanare il decreto - si tratta di un provvedimento di prevenzione - è stata la sezione Misure di prevenzione del tribunale di Palermo. E lo ha fatto su proposta del questore di Agrigento Rosa Maria Iraci.

Al trentacinquenne era già stato notificato l’avviso orale a cambiare condotta di vita. E' stato però ritenuto responsabile - e pertanto segnalato alla Procura - per numerose condotte criminali contro persone e contro il patrimonio, tra cui atti persecutori ed incendio, reati per i quali era stato arrestato dalla polizia di Stato. Reati commessi dopo che era stato raggiunto dall'avviso orale. Il tribunale di Palermo ha ritenuto - accogliendo la proposta del questore – che sussistono fondati elementi che acclarano la pericolosità sociale del 35enne che è stato quindi sottoposto alla misura della sorveglianza speciale di pubblica sicurezza. Sorveglianza che durerà un anno e mezzo. Previsto anche il divieto di avvicinamento alla persona offesa. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Atti persecutori ed incendio, "è socialmente pericoloso": sorveglianza speciale per 35enne

AgrigentoNotizie è in caricamento