menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
(foto archivio)

(foto archivio)

"Correte c'è una scatola sospetta": trovati 10 chili di sigarette di contrabbando

Non soltanto un continuo flusso di hashish dal Nord Africa verso le coste della Sicilia Sud-Occidentale, ma forse anche di "bionde"

Non soltanto un continuo flusso di hashish dal Nord Africa verso le coste della Sicilia Sud-Occidentale, ma forse anche un flusso di sigarette di contrabbando. Una scatola, con all’interno oltre 10 chili di stecche di sigarette, è stata ritrovata, dai poliziotti della sezione Volanti della Questura, sulla spiaggia di San Leone. Tutto è stato, naturalmente, posto sotto sequestro.

La polizia è intervenuta dopo una segnalazione, di “una scatola in spiaggia", giunta al 112 Nue. Il silenzio da parte degli investigatori è categorico, ma appare scontato che al solo vedere quella scatola anche gli agenti, oltre a chi l’ha ritrovata e segnalata, possano aver pensato ad un nuovo contenitore di panetti di hashish. In realtà, all’apertura, è stata fatta la scoperta: c’erano stecche di sigarette. Ben 10 chili, appunto, di sigarette di contrabbando. Scontato anche il fatto che la scatola sia stata spinta verso riva da una mareggiata.

Il 2020 è stato contrassegnato, fra le altre cose, anche dai sistematici – e non soltanto nell’Agrigentino – rinvenimenti di scatole e sacchetti contenenti panetti di hashish.  Ritrovamenti che, dall’inizio dell’anno, per centinaia e centinaia di chili sono avvenuti lungo la costa di San Leone e Realmonte, nell’Agrigentino, e di Castelvetrano e Marsala nel Trapanese.

La Procura di Agrigento, con in testa il procuratore Luigi Patronaggio, su quei rinvenimenti aprì subito un’inchiesta e, altrettanto subito, dispose analisi qualitative sui panetti ritrovati, in occasioni diverse, sia dalla polizia che dai carabinieri e dall’Esercito. Uno degli ultimi rinvenimenti di panetti di hashish – per complessivi 35 chili - è avvenuto sulla spiaggia di Torre Salsa, a Siculiana, in piena riserva naturale. Il dato investigativo che emerse, in merito alla droga, è stato proprio quello dell’esistenza di un continuo flusso di hashish dal Nord Africa verso le coste della Sicilia Sud-Occidentale. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

"Belt and Road Exibition 2021”, Agrigento presente alla fiera on line

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento