menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
(foto archivio)

(foto archivio)

Docenti e personale Ata, l'Asp: "Test sierologici a partire da lunedì"

L'azienda sanitaria provinciale: "La scelta di effettuare il test è esclusivamente su base volontaria e durerà fino alla settimana antecedente l’inizio delle attività didattiche"

L'assessore regionale alla Salute, Ruggero Razza, lo aveva già annunciato il 14 agosto. Adesso, la direzione sanitaria dell'Asp di Agrigento - in vista della riapertura delle scuole - indica una data: test sierologici, per il personale delle scuole, a partire da lunedì 24 agosto. 


"Nell’ambito delle procedure mirate alle misure per la prevenzione del contagio da Covid-19 e, specificatamente, in previsione dell’avvio del nuovo anno scolastico 2020-2021, è stato programmato dal ministero della Salute e dall’assessorato regionale alla Salute, l’avvio di un programma di test sierologici destinato al personale docente e Ata delle scuole pubbliche e private di ogni ordine e grado, compresi gli asili nido e gli istituti di formazione professionale che garantiscono l’obbligo formativo - è stato reso noto dall'Asp di Agrigento - . La scelta di effettuare il test sierologico è esclusivamente su base volontaria a partire dal 24 agosto e durerà fino alla settimana antecedente l’inizio delle attività didattiche stabilite dai dirigenti scolastici. Naturalmente, per il personale che prenderà servizio ad anno scolastico avviato è prevista - prosegue l'azienda sanitaria provinciale di Agrigento - la possibilità di effettuare lo screening successivamente".

Fase 3, Speranza: "Personale scolastico sarà sottoposto a test sierologici"

Il personale docente ed Ata potrà rivolgersi al proprio medico di medicina generale che provvederà ad effettuare lo screening con test sierologico rapido mediante card con pungi dito. Il medico comunicherà tempestivamente il risultato occupandosi, in caso di esito positivo, di avvisare il dipartimento di Prevenzione che effettuerà, entro 24 ore e non oltre le 48 ore, il tampone rinofaringeo.

"Oltre al distanziamento, alla prudenza, all’igiene delle mani ed alle misure preventive, la conoscenza del proprio stato di salute costituisce un tassello importante nella lotta al Covid-19. Il vostro medico di medicina generale vi aspetta - concludono dall'Asp - per darvi tutti i chiarimenti necessari”.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento