Domenica, 13 Giugno 2021
Cronaca

Carico di hashish a San Leone e Realmonte, c'è un terzo sub morto: il "giallo" s'infittisce

Non è ancora chiaro se vi sia o meno un collegamento fra i rinvenimenti delle scatole ricolme di panetti di hashish e i primi due sub ritrovati morti

Mentre s'attende ancora di capire se fra i rinvenimenti delle scatole ricolme di panetti di hashish e i primi due sub ritrovati morti fra Cefalù, nel Palermitano, e Castel di Tusa, nel Messinese, un terzo sub morto è stato ritrovato in contrada Ginestra, a Termini Imerese, lungo il litorale del Palermitano. Ha il volto
sfigurato e non è riconoscibile. Le indagini sono condotte dai carabinieri.

I sub ritrovati morti e la droga spiaggiata, c'è un collegamento? Il "giallo" si infittisce

La distanza massima tra i luoghi dei ritrovamenti è di circa 60 chilometri. Le morti potrebbero essere collegate con alcuni carichi di hashish trovati in diverse spiagge dell'isola: prima fra tutte a San Leone, nella zona dell'ex eliporto. Si sono poi registrati rinvenimenti di scatole piene zeppe di panetti di hashish anche a Castelvetrano e Marsana, nel Trapanese, a Capo d'Orlando nel Messinese ed ancora a Realmonte.

"Montagne" di panetti di hashish ritrovati a San Leone: sequestrati 30 chili di "roba"

Sulla vicenda stanno indagando cinque procure: Agrigento, Trapani, Termini Imerese, Patti e Messina, nei cui territori sono stati effettuati i ritrovamenti di droga.

Altra scatola di hashish spiaggiata: quasi 40 chili di roba a Realmonte

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Carico di hashish a San Leone e Realmonte, c'è un terzo sub morto: il "giallo" s'infittisce

AgrigentoNotizie è in caricamento