Spinto fuori dalla pista ciclabile, cade e resta ferito: informatore scientifico in ospedale

L'uomo ha riportato fratture all'avambraccio e ad una mano, non è escluso che debba essere sottoposto ad un intervento chirurgico. Coro di indignazione sui social

La "convivenza" fra ciclisti e famiglie a passeggio o agrigentini che portano a spasso il proprio cane - lungo la pista ciclabile di San Leone - non è mai stata semplice. Quanto è accaduto ieri ad un informatore scientifico cinquantenne è stato però più che allarmante. L'uomo, in sella alla sua bicicletta, è stato letteralmente spinto fuori dalla pista ciclabile. E' caduto ed è rimasto seriamente ferito: ha riporto fratture all'avambraccio destro e alla mano sinistra. Pare che per ricomporre la frattura dell'avambraccio potrebbe essere necessario - si avrà certezza lunedì ad un successivo controllo - un intervento chirurgico. La foto dell'uomo, rimasto ferito da quello che non è stato un incidente perché tutto è stato appunto determinato, è stata postata sui social e ha sollevato - immediatamente - un coro di indignazione. 

Pare che a spingerlo fuori dalla pista, facendolo appunto cadere e continuando a passeggiare senza neanche fermarsi per aiutare e soccorrere, sarebbe stato un uomo non di Agrigento.  "Dopo tre mesi di lockdown, adesso per altri due mesi dovrà restare fermo, senza lavorare - ha raccontato un familiare del cinquantenne agrigentino che è finito all'ospedale "San Giovanni di Dio" - . Ha solo chiesto permesso lungo la pista ciclabile e questo è stato il risultato". Una richiesta di spazio e di via libera che avrebbe, a quanto pare, infastidito chi ha spinto fuori pista il cinquantenne. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Non è stata formalizzata nessuna denuncia. Avrebbe potuto essere fatta a carico di ignoti, ma non è stata - almeno per il momento - formalizzata. Non è escluso però, visto che la prognosi potrebbe anche superare i 40 giorni, che possa scattare in automatico d'ufficio. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, 7 nuovi casi: 3 ad Aragona, 2 a Sciacca, 1 ad Agrigento e a Palma

  • Passeggero della Tua positivo al Covid 19, l'Asp: "Chi ha viaggiato su questo bus ci contatti immediatamente"

  • Boom di contagiati da Covid 19 a Sciacca, adesso sono 29: ci sono anche un neonato e la sua famiglia

  • Schizza il bilancio dei positivi nell'Agrigentino, ancora casi a Canicattì e Licata

  • Coronavirus, salgono ancora i nuovi casi in Sicilia: 8 gli agrigentini contagiati

  • Coronavirus, è record di nuovi contagi in Sicilia (+179): 6 per Agrigento, arrivano i primi tamponi rapidi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AgrigentoNotizie è in caricamento