Scoppia la fogna a San Leone, firmato divieto di balneazione

I liquami si sono riversati sulla spiaggia dell'Acquaselz domenica, adesso il sindaco uscente ha ordinato di collocare i cartelli di divieto "per inquinamento"

I liquami sulla spiaggia dell'Acquaselz

Domenica scorsa, la rottura della condotta fognaria e lo sversamento di liquami sulla spiaggia dell'Acquaselz, nei pressi del porticciolo turistico, di San Leone. Nelle ultime ore, il sindaco uscente Lillo Firetto ha firmato un'ordinanza di "divieto temporaneo di balneazione per inquinamento". E' stato ordinato anche che vengano apposti i cartelli per impedire che qualcuno, inavvertitamente, possa anche decidere per un bagno, di fatto fuori stagione. 

Si rompe la fogna a San Leone, liquami sulla spiaggia dell'Acquaselz

Nelle ultime ore, le condizioni meteo non sono state affatto delle migliori. Ma fino a domenica, in tanti si sono riversati sulle spiagge san leonine per godere del mare d'ottobre.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Auto sbatte contro un cancello e si ribalta lungo la statale 122, morto il ventiseienne

  • Focolaio di coronavirus in casa di riposo, oltre 50 i positivi: Campobello è a rischio "zona rossa"

  • Paura e contagi fuori controllo nell'Agrigentino, Cuffaro sbotta: "La verità? Siamo in mano a nessuno"

  • Coronavirus, boom di contagi ad Aragona: 24 in un solo giorno e si arriva a 65 positivi, un'altra vittima a Canicattì

  • Coronavirus, i positivi continuano ad aumentare: chiuse piazze e vie e stop alle scuole

  • Incidente sulla statale 115: violento scontro frontale fra auto, due feriti in ospedale

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento