"Picchiati, minacciati di morte e apostrofati per l'orientamento omosessuale": due denunce

A finire nei guai - per quanto si verificò all'inizio del mese a San Leone - sono stati un diciassettenne e un diciannovenne di Favara

Due giovani - di 17 e 19 anni - di Favara sono stati denunciati alla Procura della Repubblica presso il tribunale per i minorenni di Palermo e alla Procura di Agrigento. Le ipotesi di reato contestate loro sono: lesioni e minacce aggravate in concorso. Sarebbero loro i responsabili dell'aggressione - verificatasi, nella notte fra sabato e domenica 7 giugno, a San Leone - ai danni di due agrigentini di 27 e 29 anni. Ragazzi che martedì 9 giugno si sono presentati all'ufficio Denunce della Questura e hanno raccontato quello che gli era accaduto ai poliziotti.

"I due ragazzi riferivano di essere stati malmenati da diversi giovani e nel contempo venivano minacciati di morte ed apostrofati per il loro orientamento omosessuale - ha ricostruito, ufficialmente, la Questura di Agrigento - . Grazie alle indicazioni fornite dalle parti offese, dalle persone presenti durante l’aggressione, da un monitoraggio dei profili Istangram e Facebook, nonché dalle visioni delle numerose telecamere che insistono in quei luoghi, il personale dell'ufficio Trattazione atti di Ps della sezione Volanti, diretti dal commissario capo Francesco Sammartino, svolgeva - prosegue sempre la Questura - una meticolosa attività investigativa che permetteva di risalire agli autori dell’aggressioni ai danni delle parti offese". 

I due giovanissimi di Favara sono stati pertanto denunciati. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sulla statale 115: scontro fra auto e furgone, morta una 59enne di Licata

  • Coronavirus, nuovo boom di contagi in provincia: ad Aragona muore ex sindaco, una vittima pure a S. Giovanni Gemini

  • Covid-19, il virus torna a tenere sotto scacco Canicattì: un morto e 35 nuovi positivi

  • Coronavirus, crescono i casi a Canicattì (+11), Ravanusa (+9), Campobello (+3), Racalmuto e Licata (+1): c'è anche un morto

  • Scoperto stabilimento dolciario abusivo, sequestrati generi alimentari scaduti e mal conservati: un arresto

  • Coronavirus, il bollettino dell'Asp: boom di contagiati (+110) e 9 vittime in 48 ore

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento