Cronaca

Psicosi Coronavirus, è crisi per i ristoranti cinesi: "Chiusi per ferie"

Alcuni dei locali presenti in città hanno improvvisamente deciso di prendersi un po' di "riposo"

FOTO ARCHIVIO

Sono tempi duri per i ristoranti orientali della città. La psicosi del Coronavirus sta mettendo a dura prova gli imprenditori cinesi. Negozi deserti e ristoranti totalmente vuoti. Un chiacchiericcio che è riuscito anche a trovare spazio su Whatsapp. Ecco, dunque, che alcuni ristoranti “Made in China” della città stanno vivendo il dramma.

Alcuni di loro sono stati costretti a pubblicare le fatture degli alimenti acquistati. Una tracciabilità che dimostrerebbe la provenienza dei prodotti.

“Compriamo tutto ad Agrigento, ecco le fatture”. Questo il post che uno dei più frequentati ristoranti cinesi è stato costretto a pubblicare. Tutto questo, però, non è bastato. Perché, lo stesso ristorante, è stato costretto a chiudere i battenti.

“Da oggi fino a data da destinarsi, saremo in ferie”. Recita proprio così il post pubblicato dai titolari del rinomato ristorante.

Lo stesso locale, fino a qualche settimana fa, registrava il sold out ogni sera. Sono tantissimi, però, gli agrigentini che hanno mostrato vicinanza ai titolari del ristorante. Centinaia di post di incoraggiamento hanno affollato la pagina Facebook del locale. La paura e la sindrome da contagio tiene, intanto, banco nei discorsi degli agrigentini.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Psicosi Coronavirus, è crisi per i ristoranti cinesi: "Chiusi per ferie"

AgrigentoNotizie è in caricamento