Mercoledì, 16 Giugno 2021

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

San Leone è sprofondata nel caos: tre risse in tre ore nonostante i massicci controlli interforze

Scazzottate si sono registrate al piazzale dell'ex eliporto, in piazza Giglia ed infine - poco prima che scattasse il coprifuoco - alle spalle del lungomare. Tafferuglio continuato anche in viale Dei Pini

Sembra essere una serata tranquilla, esattamente come quella di ieri. Una serata in cui i massicci controlli interforze, disposti dal prefetto Maria Rita Cocciufa durante un comitato per l'ordine e la sicurezza pubblica, assolvevano all'obiettivo principale: deterrenza. Evitare cioè risse (nel passato week end se ne sono registrate due in meno di 24 ore) e disordini, ma anche abuso di alcol fra giovanissimi. 

Ma poco dopo le 21 così non è stato più. Perché nel piazzale dell'ex eliporto di San Leone - dove, di fatto, c'era un mare di gente - è scoppiata una rissa. A scontrarsi almeno due gruppi di giovani. Le forze dell'ordine, polizia in testa, sono accorse in maniera massiccia. Neanche un'ora dopo, l'Sos - sempre per un'altra rissa - è suonato per piazza Giglia. Ad accorrere, ancora una volta, sono state le forze dell'ordine e, in via precauzionale, le ambulanze del 118. Poco prima dello scoccare delle ore 23, ossia del coprifuoco, un'altra - la terza in tre ore - rissa è divampata alle spalle del lungomare Falcone-Borsellino ed è proseguita, con inaudita violenza, lungo viale Dei Pini. Polizia, carabinieri, esercito hanno fatto l'impossibile per evitare - in tutti e tre i casi - che si registrasse una disgrazia.

Ubriachi e risse a San Leone, vertice in Prefettura: il lungomare diventa Ztl e avviati specifici servizi di controllo

Prescrizioni anti-Covid da rispettare o no, il "copione" di San Leone è sempre lo stesso: quello che dura da anni e anni. Di fatto, nei periodi estivi prima dell'emergenza sanitaria determinata dal virus, non c'era un sabato senza risse o tafferugli. E così, nonostante la zona "arancione" prima e quella "gialla" adesso, sembra essere tornato. Nonostante il massiccio dispiegamento di forze dell'ordine, con servizi dinamici, nonostante la Ztl lungo il viale Falcone-Borsellino e il divieto d'accesso alle autovetture proprio nel piazzale dell'ex eliporto.  

(Aggiornato alle ore 23)


   

Si parla di
Sullo stesso argomento

Video popolari

San Leone è sprofondata nel caos: tre risse in tre ore nonostante i massicci controlli interforze

AgrigentoNotizie è in caricamento