Maxi scazzottate in centro storico e a San Leone, esagitati in fuga

Quando polizia e carabinieri sono giunti nelle due diverse location, nei pressi dei locali della movida, delle persone che erano violentemente venute alle mani non c'era più traccia

(foto ARCHIVIO)

Due maxi risse si sono registrate, nella notte fra sabato e ieri, nelle vicinanze dei luoghi della movida. Una ha avuto come “teatro”: vicolo San Pietro, una traversa della più nota via Pirandello, nei pressi della via Atenea. A darsele di santa ragione, a quanto pare, sono stati due gruppi di tunisini. L’altra rissa, invece, è scoppiata, fra agrigentini, sulla spiaggia di San Leone. In entrambi i casi, all’arrivo delle pattuglie delle forze dell’ordine, dei diversi gruppi di esagitati non c’era più alcuna traccia. A quanto pare – sia in centro storico che nel rione balneare di San Leone – al solo sentire le sirene di polizia e carabinieri, tutti i coinvolti sono scappati a gambe levate. Polizia e carabinieri, per tutta la notte praticamente, hanno effettuato le necessarie verifiche al pronto soccorso dell’ospedale “San Giovanni di Dio” per accertare se vi fossero arrivati o meno degli eventuali feriti. Sono state avviate, per entrambi gli episodi, delle indagini mirate e le forze dell’ordine ieri valutavano anche l’acquisizione dei filmati delle telecamere di video sorveglianza.

L’ultimo tafferuglio scoppiato, in ordine di tempo, è stato alle due circa in vicolo San Pietro. Ad accorrere, dopo aver raccolto l’Sos, sono stati i poliziotti della sezione Volanti della Questura. All’arrivo degli agenti, i tunisini che – a quanto pare – erano venuti selvaggiamente alle mani si erano però già dileguati. I poliziotti delle Volanti, una manciata di minuti prima della richiesta di intervento giunta al 113, si trovavano – in ausilio ai carabinieri – a San Leone. In questo caso, a quanto pare, la rissa è scoppiata fra due gruppi di agrigentini. I carabinieri non sono, non risultava ieri, riusciti ad identificare nessuno dei partecipanti. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: la Sicilia diventa zona gialla, Musumeci: "Non è un liberi tutti"

  • Incidente sulla statale 115: scontro fra auto e furgone, morta una 59enne di Licata

  • Coronavirus e zona "gialla", ecco tutte le regole in vigore da domani

  • Coronavirus, 4 morti fra Campobello, Palma e San Biagio: tornano ad aumentare i contagi

  • Coronavirus, nuovo boom di contagi in provincia: ad Aragona muore ex sindaco, una vittima pure a S. Giovanni Gemini

  • Coronavirus, il bollettino dell'Asp: 88 nuovi positivi, 6 ricoverati e 2 vittime

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento