Arrivano le piogge e torna il rischio crolli, riparte il monitoraggio delle catapecchie

Il sindaco: "I responsabili dell'ufficio Pubblica incolumità si muovono sistematicamente per effettuare verifiche visive. Non possono fare prove di carico"

I soldi per la prima tornata delle operazioni di messa in sicurezza delle catapecchie cadenti in centro storico – ben 87 mila euro – sono finiti. Il Comune di Agrigento ha proceduto in danno dei proprietari delle abitazioni private, che avevano fatto orecchie da mercante ad ordinanze e diffide. Non è però, fra l’altro, ancora riuscito a recuperare i soldi spesi. Nonostante lo sforzo, per le casse comunali al verde, le “ferite” del “cuore” di Agrigento non sono state tutte rimarginate. Non ci dovrebbero essere criticità ed emergenze impellenti, ma di case dimenticate, letteralmente abbandonate, che rischiano di abbattersi parzialmente, o completamente, al suolo ce ne sono ancora.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

A non fare dormire sonni tranquilli al sindaco Lillo Firetto e ai responsabili dell’ufficio Pubblica incolumità di palazzo dei Giganti è l’imminente stagione delle piogge. Ecco perché già da qualche settimana è ripreso, e viene portato avanti in maniera sistematica, il monitoraggio di quelle che dovrebbero essere le residenze, disabitate appunto, più a rischio. “I responsabili dell'ufficio Pubblica incolumità si muovono sistematicamente per effettuare verifiche visive – ha confermato ieri il sindaco Lillo Firetto - . Non possono fare prove di carico ad esempio, trattandosi di beni privati. Si muovono poi nel momento in cui arrivano, in Comune, delle precise segnalazioni. L'idea è quella di impegnare una somma analoga a quella già spesa – ha aggiunto il capo dell’amministrazione comunale - anche sul prossimo bilancio per continuare a tamponare eventuali esigenze o criticità, quando naturalmente i proprietari non ottemperano alle ordinanze per la messa in sicurezza”. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo tampone positivo, Agrigento dopo oltre 2 mesi non è più Covid free

  • Scoppia l'incendio a Giokolandia: le fiamme altissime distruggono le attrezzature del parco giochi

  • "No" assembramenti: stop a feste e sale da ballo, ipermercati chiusi le domeniche pomeriggio

  • Scoppia l'incendio mentre il camion è sul viadotto, motrice invasa dalle fiamme

  • Lascia i migranti davanti la spiaggia e riprende il largo: bloccato "taxi del mare" e arrestato scafista

  • "Minacce di morte e calci nella pancia alla fidanzata incinta", la donna lo perdona e ritira la querela

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento