Discarica chiusa e niente conferimenti, la città "preda" dell'indifferenziato

Firetto: "Tutta questa situazione denuncia ancora lo stato grave di ritardo che mette in ginocchio 39 Comuni che conferiscono a Trapani". Nel primo pomeriggio, l'assessore regionale ha annunciato "l'imminente riapertura del sito"

Discarica - dove conferire i rifiuti indifferenziati - chiusa e città che, dallo scorso mercoledì, sono rimaste preda dell'immondizia. Il sindaco del capoluogo, Lillo Firetto, è in costante contatto con l'assessorato regionale all'Ambiente per cercare di trovare una soluzione. Ad Agrigento, già da giorni, sono stati sospesi - con tanto di ordinanza sindacale - tutti i mercatini rionali.

"Sono stato in contatto con l'assessorato regionale per riuscire a trovare una discarica che possa accettare i rifiuti indifferenziati di Agrigento, data l’indisponibilità della discarica di Trapani attualmente chiusa a causa di un incendio. Discarica dove la Regione ci obbliga a scaricare con proprio provvedimento. Tutta questa situazione - scrive il sindaco Firetto - denuncia ancora lo stato grave di ritardo che mette in ginocchio 39 Comuni che conferiscono a Trapani, Agrigento compresa. Agrigento che si trova a dover ancora sopportare l'indifferenziato che da mercoledì sera giace sulle nostre strade".

Alle ore 16 circa, l'assessore regionale Alberto Pierobon ha annunciato che "per l’impianto pubblico di Trapani la riapertura è ormai imminente. Dopo il grave incendio che ha colpito la struttura il 29 agosto, finalmente si è superato un importante passaggio compiendo, lasciatemelo dire, un piccolo miracolo. Sin dal primo momento la Trapani servizi, che gestisce il sito, e la Regione si sono immediatamente attivate per garantire la continuità del servizio a decine di Comuni. Oggi è arrivato il decreto autorizzativo dell’assessorato Ambiente e subito dopo il dipartimento, che è stato disponibile anche sabato e domenica, si è occupato - spiega Pierobon - della parte delle fideiussioni. Manca davvero poco quindi per vedere l’impianto ripartire, non proprio a regime ma comunque riuscendo ad accogliere la quasi totalità dei Comuni. Penso che sia il caso di evitare di speculare politicamente su questa situazione per concentrarci sulla sostanza e dare risposte ai cittadini. E l'unica risposta che sono abituato a dare è quella dei fatti. Credo che questo risultato sia i miglior segnale per quei siciliani che credono nel cambiamento e si stanno impegnando per raggiungerlo. Grazie a tutti coloro che si sono attivati per questo risultato, e in particolare agli uffici del direttore Foti e alla Trapani Servizi".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

(Aggiornato alle ore 16,33)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Vendesi villa da sogno", casa Modugno a Lampedusa potrà essere acquistata

  • I contagi da Covid-19 continuano ad aumentare, firmata l'ordinanza: ecco tutti i nuovi divieti

  • Boom di contagi da Covid-19 ad Aragona, i genitori: "Prima la salute dei nostri figli, scuole chiuse subito"

  • A 214 km orari sulla statale 640, raffica di multe per l'elevata velocità e per uso del cellulare

  • Emergenza Covid-19: diagnosticati 7 nuovi contagi ad Aragona che è a 16 casi: positivi anche ad Agrigento e Sciacca

  • Coronavirus, boom di contagi ad Aragona e tamponi positivi anche a Licata

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AgrigentoNotizie è in caricamento