Mercoledì, 28 Luglio 2021
Cronaca

Discarica chiusa e niente conferimenti, la città "preda" dell'indifferenziato

Firetto: "Tutta questa situazione denuncia ancora lo stato grave di ritardo che mette in ginocchio 39 Comuni che conferiscono a Trapani". Nel primo pomeriggio, l'assessore regionale ha annunciato "l'imminente riapertura del sito"

Discarica - dove conferire i rifiuti indifferenziati - chiusa e città che, dallo scorso mercoledì, sono rimaste preda dell'immondizia. Il sindaco del capoluogo, Lillo Firetto, è in costante contatto con l'assessorato regionale all'Ambiente per cercare di trovare una soluzione. Ad Agrigento, già da giorni, sono stati sospesi - con tanto di ordinanza sindacale - tutti i mercatini rionali.

"Sono stato in contatto con l'assessorato regionale per riuscire a trovare una discarica che possa accettare i rifiuti indifferenziati di Agrigento, data l’indisponibilità della discarica di Trapani attualmente chiusa a causa di un incendio. Discarica dove la Regione ci obbliga a scaricare con proprio provvedimento. Tutta questa situazione - scrive il sindaco Firetto - denuncia ancora lo stato grave di ritardo che mette in ginocchio 39 Comuni che conferiscono a Trapani, Agrigento compresa. Agrigento che si trova a dover ancora sopportare l'indifferenziato che da mercoledì sera giace sulle nostre strade".

Alle ore 16 circa, l'assessore regionale Alberto Pierobon ha annunciato che "per l’impianto pubblico di Trapani la riapertura è ormai imminente. Dopo il grave incendio che ha colpito la struttura il 29 agosto, finalmente si è superato un importante passaggio compiendo, lasciatemelo dire, un piccolo miracolo. Sin dal primo momento la Trapani servizi, che gestisce il sito, e la Regione si sono immediatamente attivate per garantire la continuità del servizio a decine di Comuni. Oggi è arrivato il decreto autorizzativo dell’assessorato Ambiente e subito dopo il dipartimento, che è stato disponibile anche sabato e domenica, si è occupato - spiega Pierobon - della parte delle fideiussioni. Manca davvero poco quindi per vedere l’impianto ripartire, non proprio a regime ma comunque riuscendo ad accogliere la quasi totalità dei Comuni. Penso che sia il caso di evitare di speculare politicamente su questa situazione per concentrarci sulla sostanza e dare risposte ai cittadini. E l'unica risposta che sono abituato a dare è quella dei fatti. Credo che questo risultato sia i miglior segnale per quei siciliani che credono nel cambiamento e si stanno impegnando per raggiungerlo. Grazie a tutti coloro che si sono attivati per questo risultato, e in particolare agli uffici del direttore Foti e alla Trapani Servizi".

(Aggiornato alle ore 16,33)

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Discarica chiusa e niente conferimenti, la città "preda" dell'indifferenziato

AgrigentoNotizie è in caricamento