Martedì, 18 Maggio 2021
Cronaca

"Tentata estorsione", Massimino resta in carcere

Lo ha deciso il tribunale del Riesame di Palermo. Il quarantottenne era stato fermato dalla Dia per il pericolo di fuga

Antonio Massimino

Antonio Massimino, 48 anni, - fermato dalla Dia all'inizio di novembre con l'accusa di tentata estorsione aggravata - resta in carcere. Lo ha deciso il tribunale del Riesame di Palermo.

Massimino era stato fermato assieme a Liborio Militello, per tre ipotesi di tentata estorsione ai danni di un imprenditore edile. Dopo la convalida del fermo, era stata eslusa  una delle tre ipotesi. Ma ne restavano in piedi le altre due.

Secondo l'accusa, lo scorso 23 marzo Massimino avrebbe cercato di imporre l'assunzione di un operaio alle dipendenze dell'imprenditore edile. Un' altra richiesta estorsiva, fatta meno di un mese dopo, sarebbe consistita nella pretesa di onorare un debito di 85 mila euro. 

La Dia di Agrigento, coordinata dal vice questore aggiunto Roberto Cilona, fermò Massimino per il pericolo di fuga.  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Tentata estorsione", Massimino resta in carcere

AgrigentoNotizie è in caricamento