Domenica, 25 Luglio 2021
Cronaca

Terapia intensiva e semi-intensiva Covid, l'Asp attrezza tre ospedali

Via alla gara per l’acquisto di 38 umidificatori attivi servo-controllati che serviranno per Ribera, Sciacca e Agrigento. Il costo complessivo sarà di 110.200 euro

Bisogna fare in fretta, procedere con urgenza. Occorre non farsi trovare – visto l’esponenziale crescita di contagi – impreparati. Sono proprio questi gli input che continuano a spingere l’Asp di Agrigento ad attrezzarsi. E, nelle ultime ore, è stato dato il via alla gara per l’acquisto di 38 umidificatori attivi servo-controllati che serviranno per gli ospedali di Ribera, Sciacca e Agrigento. Il costo complessivo sarà di 110.200 euro, oltre Iva.

Il piano regionale di riorganizzazione della rete delle terapie intensive e sub intensive prevede, per l’Asp di Agrigento, 16 posti letto per la Terapia intensiva e 12 di Terapia semi-intensiva (per una spesa di 1.682.000 euro) per il “San Giovanni di Dio; 10 posti letto di terapia intensiva e 10 per terapia semi-intensiva (spesa di 1.216.000 euro)  e 12 posti letto da realizzare terapia intensiva e 8 per terapia semi-intensiva (995.572 euro) per il “Giovanni Paolo II” di Sciacca. Già lo scorso agosto è stato dato il via, con urgenza, alle procedure per acquistare le varie attrezzature e per realizzare o adeguare i reparti di Terapia intensiva e sub-intensiva dei tre ospedali agrigentini. Per la “gestione dei pazienti critici” – è stato specificato negli incartamenti dell’Asp – è stato inserito l’acquisto di umidificatori attivi servo controllati ed è stata subito avviata un’indagine esplorativa di mercato ed è stata indetta una gara.

L’azienda sanitaria provinciale ha invitato le ditte a manifestare interesse. Sempre l’Asp, nei giorni scorsi, aveva avviato una indagine esplorativa per affidare – e con urgenza – la fornitura di attrezzature e arredi tecnici da collocare nelle nascenti terapia intensiva e subintensiva Covid dell’ospedale di Ribera. Ed è stato dato il via anche ad un avviso pubblico urgente per conferire gli incarichi di infermieri proprio per gli stessi reparti del “Fratelli Parlapiano”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Terapia intensiva e semi-intensiva Covid, l'Asp attrezza tre ospedali

AgrigentoNotizie è in caricamento