rotate-mobile
Lunedì, 16 Maggio 2022
Cronaca

Referendum, scrutatori agrigentini costretti a lavorare al freddo

I componenti dei vari seggi hanno chiesto, nel pomeriggio, l'accensione dell'impianto di riscaldamento. Non arrivando la risposta è scattata la protesta su Facebook

Scrutatori del referendum in servizio, nei diversi plessi scolastici di Agrigento, a soffrire il freddo. Accade alla "Pirandello", alla "Lauricella" del viale Della Vittoria, alla scuola del Villaggio Peruzzo, alla "Matteotti", ma non soltanto. Alle 16 circa, gli scrutatori hanno "timidamente" chiesto l'accensione dell'impianto di riscaldamento. Risposta che, però, tre ore dopo non è ancora arrivata. Utilizzando Facebook, hanno, dunque, platealmente allertato il sindaco Lillo Firetto.

"Alla Matteotti ci stiamo ibernando" - scriveva uno scrutatore - . "Al Villaggio Peruzzo faceva più freddo dentro la scuola che fuori!" - scriveva un altro agrigentino.

In qualche istituto scolastico, per fronteggiare il freddo, senza perdersi d'animo, si è fatto ricorso alle stufette, sistemate sia nelle aule che lungo il corridoio.      

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Referendum, scrutatori agrigentini costretti a lavorare al freddo

AgrigentoNotizie è in caricamento