Cronaca

Qualità dell'aria, c'è una sola centralina per il monitoraggio

Il Libero Consorzio di Agrigento ha disattivato le sue stazioni nel 2013 per mancanza di fondi

Una sola centralina per il rilevamento della qualità dell’aria in provincia di Agrigento. Da febbraio 2017 nel Comune di Agrigento la centralina di monitoraggio è installata presso l’Asp.

Il Libero Consorzio di Agrigento ha disattivato le sue stazioni nel 2013 per mancanza di fondi. Da più di 6 anni sono infatti ferme le centraline di monitoraggio che l’ex Provincia aveva installato ad Agrigento Centro, Monserrato Agrigento, Valle dei Templi Agrigento, Cammarata, Canicattì, Lampedusa e Porto Empedocle. L’ente non ha i soldi per poter effettuare il servizio (per un ammontare di circa 100 mila euro all’anno) e così non si conosce più la qualità dell’aria che i cittadini respirano, soprattutto lo sforamento delle polveri sottili.

Il monitoraggio costituisce un aspetto fondamentale nel processo conoscitivo dello stato di qualità dell’aria, necessario insieme all’Inventario delle emissioni, per valutare risanamento da adottare nel caso di superamenti dei valori limite o dei valori obiettivo e per mantenere lo stato della qualità dell’aria entro i valori previsti dalle norme italiane ed europee.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Qualità dell'aria, c'è una sola centralina per il monitoraggio

AgrigentoNotizie è in caricamento