Lunga attesa al pronto soccorso? Paziente aggredisce infermiere

Ad intervenire, riportando la calma, sono stati i poliziotti della Stradale. Due agenti che si trovavano al "San Giovanni di Dio" perché – dopo un incidente stradale – dovevano recuperare dei referti medici

Il pronto soccorso dell'ospedale di Agrigento

Pare che reclamasse, forse già da un po’, di essere visitato. All’ennesima richiesta, dando in escandescenze, s’è scagliato contro uno degli infermieri in servizio al pronto soccorso dell’ospedale “San Giovanni di Dio”. Momenti di agitazione e confusione dunque nella struttura ospedaliera di contrada Consolida. E ad intervenire, prima che la situazione degenerasse, riportando di fatto la calma, sono stati i poliziotti della Stradale. Due agenti che si trovavano al pronto soccorso perché – dopo un incidente stradale – dovevano recuperare dei referti medici. I poliziotti, sentendo trambusto e notando che gli animi erano piuttosto agitati, si sono avvicinati subito e hanno riportato la calma. L’infermiere, stando a quanto ieri trapelava, era stato aggredito sia verbalmente che fisicamente: degli spintoni e forse anche qualche ceffone.

I due agenti hanno identificato sia l’agrigentino che era su tutte le furie che la vittima dell’aggressione. Entrambi sono stati invitati a formalizzare querela di parte. L’infermiere perché avrebbe subito l’aggressione. L’altro per i presunti ritardi nell’assistenza sanitaria che continuava a reclamare.

Quanto è avvenuto nelle ultime ore è soltanto l’ultimo – in ordine di tempo – di una serie di episodi analoghi. Episodi che vedono sempre più esposti, praticamente in prima linea, i medici e gli infermieri, siano essi del pronto soccorso che dell’intera azienda ospedaliera di contrada Consolida di Agrigento.

Nell’ultima circostanza, ammesso che ve ne fossero i presupposti, l’intervento dei poliziotti della Stradale è stato più che provvidenziale. Adesso non resterà che capire se, quanto è accaduto al pronto soccorso, si tradurrà o meno in querele di parte.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: la Sicilia diventa zona gialla, Musumeci: "Non è un liberi tutti"

  • Incidente sulla statale 115: scontro fra auto e furgone, morta una 59enne di Licata

  • Coronavirus e zona "gialla", ecco tutte le regole in vigore da domani

  • Coronavirus, 4 morti fra Campobello, Palma e San Biagio: tornano ad aumentare i contagi

  • Coronavirus, nuovo boom di contagi in provincia: ad Aragona muore ex sindaco, una vittima pure a S. Giovanni Gemini

  • Coronavirus, crescono i casi a Canicattì (+11), Ravanusa (+9), Campobello (+3), Racalmuto e Licata (+1): c'è anche un morto

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento