La "maledizione" del Prg, slitta la discussione delle direttive generali

Sono tre, ad oggi, le "fumate nere" per affrontare e trattare l'argomento: non mancano le beghe politiche e i reciproci scambi di accuse

Mancanza di numero legale e rinvii di sedute che sembrano essere strategici. Sono tre, ad oggi, le "fumate nere" per affrontare e trattare le direttive generali - consegnate circa 6 mesi addietro dall'amministrazione comunale alla commissione Urbanistica - al piano regolatore generale. Una sorta di "maledizione" che continua ad aleggiare sulla revisione del Prg di Agrigento. C'è, però, il rischio di commissariamento da parte dell’assessorato regionale Territorio e Ambiente.

Non mancano le beghe politiche e i reciproci scambi di accuse. Se una parte dell’opposizione, quella più impegnata in termini di campagna elettorale antiFirettiana, sembra pronta ad avversare con ogni mezzo la trattazione del punto allo scopo di togliere un argomento alla dialettica della prossima corsa per le amministrative, altri sono invece semplicemente contrari per le modalità seguite dalla maggioranza. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mafia, traffico di droga e politica: scatta l'operazione "Oro bianco": 12 arresti, ecco i nomi

  • Fiumi di droga, estorsioni, minacce e il "braccetto" con la politica: ecco i dettagli dell'operazione "Oro bianco"

  • Scontro fra due auto nella zona industriale, muore impiegata 62enne

  • Rimorchio si sgancia da tir e travolge auto: due feriti, uno in gravi condizioni

  • Coronavirus, quasi duemila contagi in 24 ore (+79 in provincia): la Sicilia presto sarà "zona rossa"

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento