Assembramenti, c'è il fuggi fuggi generale all'arrivo delle pattuglie

Nessun rispetto delle distanze interpersonali fra il viale Della Vittoria e via Atenea, ma anche nel centro di Porto Empedocle

(foto ARCHIVIO)

Nessun rispetto delle distanze interpersonali, dunque assembramenti, sono stati segnalati lungo il viale Della Vittoria e in via Atenea ad Agrigento, ma anche nel centro di Porto Empedocle. A chiedere l’intervento delle forze dell’ordine – temendo, naturalmente, una ripresa dei contagi da Covid-19 – sono stati, chiamando alla centrale operativa, più persone.

Assembramenti in più punti della città: accorrono i vigili urbani

Ad accorrere sono stati i carabinieri di Agrigento e quelli della stazione di Porto Empedocle. Consapevoli del fatto che quelli in cui si trovavano – tutti nei pressi di bar - erano proprio degli assembramenti, al solo sentire le sirene o vedendo arrivare le pattuglie si sono registrati dei veri e propri fuggi fuggi. Nessuno, in concreto, s’è fatto pizzicare.

Da più fronti continua ad essere ripetuto che la “fase 2” non è un liberi tutti e che il rispetto della distanza interpersonale è il presupposto per evitare che la curva epidemiologica torni ad alzarsi. Ma più agrigentini – e non tutti giovanissimi – sembrano voler dimenticare quelle che sono delle prescrizioni di garanzia.

A preoccupare, questa volta più dei fine settimana passati, è il week end appena iniziato. I carabinieri hanno garantito controlli mirati e una vera e propria attività di prevenzione e repressione. Perché in gioco c’è la salute di tutti. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sulla statale 115: scontro fra auto e furgone, morta una 59enne di Licata

  • Coronavirus e zona "gialla", ecco tutte le regole in vigore da domani

  • Coronavirus, nuovo boom di contagi in provincia: ad Aragona muore ex sindaco, una vittima pure a S. Giovanni Gemini

  • Covid-19, il virus torna a tenere sotto scacco Canicattì: un morto e 35 nuovi positivi

  • Coronavirus, crescono i casi a Canicattì (+11), Ravanusa (+9), Campobello (+3), Racalmuto e Licata (+1): c'è anche un morto

  • Scoperto stabilimento dolciario abusivo, sequestrati generi alimentari scaduti e mal conservati: un arresto

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento