"Sono pericolosi per la sicurezza pubblica", 25 avvisi orali e 10 fogli di via

I provvedimenti del questore sono stati notificati dai poliziotti dell'ufficio Misure di prevenzione della divisione Anticrimine

La Questura di Agrigento

25 avvisi orali e 10 fogli di via obbligatori. L'ufficio Misure di prevenzione della divisione Anticrimine della Questura ha applicato i provvedimenti di competenza del questore a quanti ritenuti pericolosi per la sicurezza pubblica. 

Gli avvisi orali sono stati notificati: 5 a Favara, 3 a Canicattì, 3 a Palma di Montechiaro, 3 ad Agrigento, 2 a Licata, altrettanti a Campobello di Licata, 2 a Ribera, uno rispettivamente a Castrofilippo, Aragona, Sciacca, Raffadali e Porto Empedocle. Con questo provvedimento, il questore avvisa il destinatario dell’esistenza di indizi precisi sulla sua condotta illecita e lo invita a tenere un comportamento conforme alla legge. 

I provvedimenti sono stati notificati, dall'Anticrimine appunto, a: G. F., 25 anni di Palma di Montechiaro, già noto per detenzione e spaccio di stupefacenti; a S. S., 40 anni di Canicattì, già noto per truffa e danneggiamento; S. G., 26 anni di Favara, già noto per resistenza a pubblico ufficiale, violenza, minaccia, atti persecutori; R. S., 25 anni di Favara, noto per detenzione e spaccio di stupefacenti; T. D., 25 anni di Agrigento, noto per furto aggravato, ricettazione, detenzione e spaccio di stupefacenti; M. F., 29 anni di Raffadali, già noto per furto, minaccia, lesioni personali; B. C., 47 anni di Favara, noto per furto e detenzione di sostanze stupefacenti; B. G., 42 anni di Porto Empedocle, noto per detenzione di stupefacenti, lesioni personali, minaccia. Avvisi orali anche per O. E., 28 anni di Agrigento, noto per minaccia, lesioni personali, oltraggio a pubblico ufficiale; N. R., 49 anni di Palma di Montechiaro, già noto per danneggiamento, minaccia, detenzione abusiva di arma; P. S., 57 anni di Licata, noto per furto aggravato, lesioni personali, minaccia; P. M., 39 anni di Agrigento, noto per furto aggravato, danneggiamento, minaccia;  P. C., 31 anni di Favara, noto per lesioni aggravate, porto abusivo di armi, furto aggravato; L. C. C., 26 anni di Licata, noto per furto aggravato, danneggiamento;  C. D. M., 26 anni di Canicattì, noto per detenzione sostanze stupefacenti, furto aggravato; D. C. F., 55 anni di Canicattì, noto per porto abusivo di armi, furto aggravato, minaccia; T. C., 30 anni di  Campobello di Licata, noto per detenzione di stupefacenti, lesioni personali, minaccia. Stesso provvedimento, firmato sempre dal questore Iraci, anche per: T. S., 63 anni di Campobello di Licata, già noto per detenzione e spaccio di stupefacenti;  M. N., 27 anni di Palma di Montechiaro, noto per lesioni personali, rapina aggravata;  S. L., classe 1998 di Castrofilippo, noto per porto abusivo di armi, furto aggravato; S. A., 29 anni di Favara, giià noto per furto, violenza privata, rapina; N. M., 20 anni di Aragona, noto per detenzione e spaccio di stupefacenti, inosservanze dei provvedimenti dell’autorità;  M. C.,51 anni di Ribera, noto per coltivazione e produzione di sostanze stupefacenti; T. A., 44 anni di Ribera, noto per violenza privata, minaccia, invasione di edifici, spaccio di stupefacenti; F. P., 22 anni di Sciacca,  noto per rissa, lesioni personali, detenzione e traffico di stupefacenti.

Dieci invece i fogli di via obbligatori. Provvedimenti con i quali il questore impone l’ordine di rimpatrio nel Comune di residenza e il contestuale divieto di ritorno nel comune dal quale è stato allontanato, senza la preventiva autorizzazione. Da Canicattì, su segnalazione del commissariato, per 3 anni, è stato allontanato S. L., classe 1988, di Castrofilippo, ritenuto responsabile di furto aggravato; su segnalazione del commissariato di Palma di Montechiaro è stato allontanto C. D., 46 anni di Palermo, accusato di pesca non consentita. Su segnalazione del commissariato Canicattì è stato applicato il foglio di via obbligatorio a: R. F., classe 1986, di Melilli, e a R. P., 54 anni di Catania, resisi responsabili di vendita di merce contraffatta. Da Licata, su segnalazione del commissariato, sono stati allontanati S. C., 39 anni, e  T. S., 44 anni, entrambi domiciliati a Palermo, resisi responsabili di pesca subacquea non consentita. Su segnalazione della compagnia dei carabinieri di Agrigento è stato applicato il foglio di via da Raffadali a M. M., classe 1993, di Palermo, e a F. R. S., 43 anni di Santa Elisabetta, resisi responsabili di rapina. Da Ribera, su segnalazione dei carabinieri, è stato allontanato P. S., 36 anni di Montallegro, accusato di furto aggravato. Foglio di via obbligatorio infine, su segnalazione dei carabinieri di Menfi, per C. R., 21 anni di Castelvetrano, accusato di furto aggravato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sulla statale 115: scontro fra auto e furgone, morta una 59enne di Licata

  • Coronavirus e zona "gialla", ecco tutte le regole in vigore da domani

  • Coronavirus, nuovo boom di contagi in provincia: ad Aragona muore ex sindaco, una vittima pure a S. Giovanni Gemini

  • Covid-19, il virus torna a tenere sotto scacco Canicattì: un morto e 35 nuovi positivi

  • Coronavirus, crescono i casi a Canicattì (+11), Ravanusa (+9), Campobello (+3), Racalmuto e Licata (+1): c'è anche un morto

  • Scoperto stabilimento dolciario abusivo, sequestrati generi alimentari scaduti e mal conservati: un arresto

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento