Pitbull diventa il terrore del centro storico, dopo le proteste arrivano i carabinieri

L'accalappiacani è riuscito a portar via l'animale che adesso si trova in un canile. La posizione del suo proprietario è invece al vaglio degli investigatori

(foto ARCHIVIO)

Era diventato il terrore del centro storico: della zona di via Madonna degli Angeli in particolar modo. Si tratta di un pitbull che veniva lasciato libero, con facilità estrema, dal suo proprietario: un nordafricano cinquantenne, da tempo, residente ad Agrigento. Le proteste, da parte dei residenti di quell’angolo di centro storico, erano, di fatto, ormai diventate quotidiane: tanti coloro che, temendo il peggio, avevano anche chiesto l’aiuto e l’intervento dei carabinieri. Stando ai racconti degli abitanti della zona, vi sarebbero stati più tentativi di aggressione. Più persone, insomma, sarebbero state inseguite dal pitbull che però non avrebbe mai fatto del male a nessuno.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I carabinieri, l’altra sera, sono giunti sul posto per effettuare un controllo mirato – e riportare, di fatto, la calma fra i residenti – e poco dopo, facendo intervenire un accalappiacani, il pitbull è stato portato via e collocato in canile. La posizione del proprietario dell’animale, ieri, risultava invece essere al vaglio di investigatori e inquirenti. Non è escluso, ma ieri appunto, non c’erano certezze in merito, che l’uomo possa anche venire denunciato per il modo in cui teneva l’animale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Vendesi villa da sogno", casa Modugno a Lampedusa potrà essere acquistata

  • Coronavirus, 7 nuovi casi: 3 ad Aragona, 2 a Sciacca, 1 ad Agrigento e a Palma

  • Coronavirus, boom di contagi ad Aragona e tamponi positivi anche a Licata

  • A 214 km orari sulla statale 640, raffica di multe per l'elevata velocità e per uso del cellulare

  • Emergenza Covid-19: diagnosticati 7 nuovi contagi ad Aragona che è a 16 casi: positivi anche ad Agrigento e Sciacca

  • Schizza il bilancio dei positivi nell'Agrigentino, ancora casi a Canicattì e Licata

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AgrigentoNotizie è in caricamento