rotate-mobile
Martedì, 7 Dicembre 2021
Cronaca

"Evade dai domiciliari per picchiare la vicina", scarcerato e di nuovo arrestato in poche ore

Il giudice rimette in libertà il ventenne Giuseppe Camilleri ma il tribunale di Sorveglianza lo rimanda in cella per numerose violazioni

Evade dai domiciliari, va dalla vicina di casa con la quale aveva avuto una relazione e – secondo l’accusa - la picchia. Poi, torna nella sua abitazione. La polizia lo arresta, il giudice lo rimette in libertà l'indomani ma, anzichè tornare ai domiciliari, va in cella perchè, nel frattempo, il tribunale di sorveglianza ha disposto il ritorno in carcere per delle presunte violazioni della detenzione domiciliare.

Evade dai domiciliari e picchia la vicina, arrestato ventenne

Protagonista della vicenda è il ventenne Giuseppe Camilleri. La polizia lo aveva arrestato giovedì dopo le denunce dell'ex fidanzata che ha raccontato di essere stata picchiata dal ragazzo che, evidentemente, si sarebbe allontanato da casa, dove era ristretto ai domiciliari. Per il giovane è scattata una denuncia per minacce gravi, lesioni ed evasione.

Questa mattina, al termine dell'udienza di convalida, davanti al giudice monocratico Antonio Genna, difeso dall'avvocato Serena Gramaglia, si è difeso dicendo di non essersi mai allontanato dalla sua abitazione.

Il giudice ha ritenuto che non vi fossero elementi certi per convalidare l'arresto visto che la polizia lo aveva rintracciato a casa e non ha neppure applicato alcuna misura. Camilleri non ha fatto in tempo di tornare a casa che gli è stato notificato il provvedimento del tribunale di sorveglianza che gli revoca la detenzione domiciliare e dispone il ritorno in carcere per scontare la residua pena di sei mesi per vecchi reati. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Evade dai domiciliari per picchiare la vicina", scarcerato e di nuovo arrestato in poche ore

AgrigentoNotizie è in caricamento