Cimitero di Piano Gatta, la "Consital" fa un passo indietro: l'emergenza continua

La società, parte dell'Ati che dovrebbe gestire la struttura, ha comunicato che non incontrerà il Comune dopo il pronunciamento del Tar

Piano Gatta

Cimitero di Piano Gatta, la società “Consital”, parte dell’Ati che gestisce il luogo di sepoltura (dove ormai non si seppellisce più da mesi), si tira fuori da ogni interlocuzione con il Comune, che aveva tentato così di sbloccare lo stallo in cui si trova la gestione del luogo di sepoltura.

Il Tar mantiene la gestione alla "Global service", ma i lavori restano fermi

Il Municipio, che ritiene l’attuale capofila, la “Global service”, non in condizioni di gestire il cimitero né di effettuare lavori di costruzione dei loculi perché mancante di uno specifico certificato, aveva infatti avviato le procedure per valutare il subentro della seconda società e sbloccare la vicenda. L’ente aveva già convocato "Consital" per il 5 di aprile, ma a bloccare di fatto tutto è stato il Tar, che ha momentaneamente sospeso il tentativo del Comune di dichiarare inefficace l’Ati al fine di lavorare alla prosecuzione del rapporto contrattuale con la seconda azienda, questa, ritenuta dal Municipio, “in possesso della richiesta qualificazione”. Se il giudizio di merito non è ancora arrivato, al momento il Tribunale amministrativo ha riportato indietro le lancette di qualche mese, riconsegnando la palla alla “Global service”. Così la Consital, con una nota, ha nei giorni scorsi scritto al Comune per annunciare che non parteciperà all’incontro, riportando indietro le lancette dell'orologio di diversi mesi.

Emergenza loculi, decine i corpi da seppellire: Comune pronto a costruire da solo

Attualmente sono una cinquantina le bare non ancora sepolte e non vi è al momento alcuna soluzione immediata individuata.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tromba d'aria a Licata: tetti scoperchiati e case danneggiate

  • Temporali e venti da tempesta, per la Protezione civile è allerta "arancione": scuole chiuse

  • Incidente sul lavoro: arrotato da un trattore muore un imprenditore di 56 anni

  • "Allerte meteo non siano scusa per chiudere le scuole", ecco la stoccata della Protezione civile

  • Carreggiate invase dal fango e torrenti in piena: ecco quali strade sono state chiuse

  • Si affaccia al balcone e si masturba: 45enne allontanato per un anno

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento