Parcometri senza Pos? Il giudice di pace: le multe elevate sono nulle

I dispositivi di controllo della sosta devono consentire il pagamento anche con il bancomat o carte di credito

Il giudice di pace di Agrigento, Annunziata Impera, ha annullato la multa ad una sessantasettenne di Realmonte che aveva posteggiato l'auto, in uno slargo contrassegnato dalle strisce blu, senza esporre il ticket di pagamento. Il giudice - secondo quanto riporta oggi il quotidiano La Sicilia - ha accolto la tesi del legale difensore della pensionata: Giovanni Cottone. Secondo la tesi, che è passata, la contravvenzione è nulla in quanto dal 2016 vi è l'obbligo, imposto dalla legge di stabilità, di adeguare tutti i dispositivi di controllo della sosta a pagamento per consentire il pagamento anche con il bancomat o carte di credito. Di conseguenza, tutti i parcometri che non hanno il pagamento tramite Pos sono ormai da rottamare. 

Nel caso specifico, la donna aveva lasciato l'autovettura posteggiata al viale Della Vittoria senza esporre il ticket e s'era vista fare una multa di 53,20 euro. Il giudice, nella sentenza, ha stabilito che l'obbligo di adeguare le apparecchiature ai pagamenti con bancomat e carta di credito "non trova applicazione nei casi di impossibilità tecnica". Cosa che il Comune di Agrigento non ha dimostrato.  

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Addio al celibato o convivenze di fatto con anziani: ecco come venivano "utilizzate" le prostitute

  • Trovato morto in casa e con strani segni sul corpo, è mistero sulla morte di un 69enne: Procura dispone autopsia

  • "Procacciavano i clienti e incassavano fino al 50% per ogni prestazione": i retroscena del blitz antiprostituzione

  • Furti di luce e acqua, scatta il blitz in due palazzine: 24 arresti in un colpo solo

  • Scoppia la lite fra due teenager: una ferita, l'altra denunciata

  • "Favori e assunzioni in cambio di informazioni riservate": indagati tre marescialli e due imprenditori

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento