menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Dieci semafori per arrivare a Palermo, Pendolino: "Musumeci esorti il Governo"

Il primo cittadino di Aragona: "La strada statale 189 possiamo benissimo continuare a chiamarla la strada della morte, alle luce, purtroppo, degli ultimi tristi avvenimenti"

La maxi riunione dei sindaci, le opere incompiute. Ad essere indignato è il sindaco di Aragona, Giuseppe Pendolino.  “Non è più possibile che nel 2019 vi siano ancora strade così dissestate e pericolose - dice in una nota il sindaco di Aragona.

La statale '189' è carente di segnaletica ed il manto stradale non è curato come dovrebbe. Per raggiungere Palermo bisogna fare i conti con una decina di semafori a causa dei lavori in corso non ancora conclusi e fermi da parecchi mesi per la crisi dell’azienda che si è aggiudicata l’appalto. La fase di stallo continua a provocare enormi disagi agli agrigentini e non solo. Il viaggio per il capoluogo siciliano è oramai diventato un 'viaggio della speranza', dove il rischio di incidenti stradali, anche gravi, è altissimo.

Vertenza 640, sindaci riuniti ad Agrigento per scongiurare il rischio di una nuova incompiuta

La strada statale 189 possiamo benissimo continuare a chiamarla la strada della morte, alle luce, purtroppo, degli ultimi tristi avvenimenti. Ed è per questi motivi che lancio un monito al presidente della Regione, Nello Musumeci, esortandolo ad attivarsi attivi presso il governo nazionale per conoscere le reali intenzioni dell’Anas e dello Stato per la messa in sicurezza della strada statale 189. Non è più possibile assistere a questo scempio sull’Agrigento – Palermo. Basta morti sulla 189". 

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Agrigento usa la nostra Partner App gratuita !

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Giornali on line più letti, la classifica della piattaforma Similarweb

Attualità

Solidarietà all'Arma dei carabinieri, bandiere a mezz'asta al Comune

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento