menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Cocaina smerciata nei mercati, chiusa l'inchiesta per 15 indagati

La Dda di Palermo si appresta a chiedere il rinvio a giudizio di quanti furono, tre mesi addietro, destinatari di un provvedimento cautelare

La cocaina calabrese smerciata nei mercati dell'Agrigentino: a distanza di tre mesi dall'operazione “Lampedusa”, dal nome dell'isola che sarebbe stata la principale “piazza” di spaccio, la Direzione distrettuale antimafia di Palermo chiude l'inchiesta e si appresta a chiedere il rinvio a giudizio dei quindici indagati, gran parte dei quali furono destinatari di un provvedimento cautelare. Il publico ministero Francesco Gualtieri ha fatto notificare l'avviso di conclusione delle indagini. I destinatari sono: Giuseppe Bronte, 24 anni, di Palermo; Salvatore Bronte, 50 anni, di Palermo; Salvatore Capraro, 30 anni, di Agrigento; Angelo Cardella, 46 anni, di Porto Empedocle; Gianluca Gambino, 22 anni, di Cinisi; Andrea Giambanco, 54 anni, di Carini; Davide Grisafi, 26 anni, di Palermo; Davide Licata, 32 anni, di Racalmuto; Imam Maazani, 21 anni, nata e residente ad Agrigento; Francesco Portanova, 34 anni, di Palermo; Emanuele Rizzo, 33 anni, di Palermo; Gaetano Rizzo, 32 anni, di Palermo; Domenico Stilo, 30 anni, di Melito di Porto salvo (Reggio Calabria) e Calogero Vignera, 36 anni, di Agrigento.

L'inchiesta - coordinata dalla Dda di Palermo e svolta sul campo dalla polizia - è partita nel luglio del 2016 ed è durata fino a dicembre dell'anno successivo. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento