"Avevano oggetti atti allo scasso", fogli di via per madre e figlio

I poliziotti sono intervenuti per una lite e dopo aver riportato la calma è scattata la perquisizione

Sono stati trovati in possesso di pinze, cacciaviti e oggetti ritenuti essere utili allo scasso. Madre e figlio, originari di Grotte ma residenti nel Nord Italia, sono stati denunciati alla Procura della Repubblica di Agrigento proprio per porto ingiustificato di oggetti atti allo scasso e il questore Rosa Maria Iraci ha firmato a loro carico un foglio di via obbligatorio. Per i prossimi tre anni, senza autorizzazione,  non potranno più rimettere piede ad Agrigento, altrimenti verranno denunciati.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I poliziotti della sezione Volanti della Questura sono intervenuti in via Re Manfredi per una lite. Ed è dopo aver riportato la calma fra i contendenti che è scattato il controllo. Durante la perquisizione, madre e figlio – rispettivamente di 59 e 34 anni – sarebbero stati trovati in possesso, stando all’accusa, degli oggetti ritenuti utili per forzare serrature o infissi. A quanto pare i due non avrebbero saputo, o voluto, fornire valide spiegazioni – ai poliziotti della sezione Volanti – circa la loro presenza a San Leone. Ecco dunque che, inevitabilmente, è scattato il deferimento, in stato di libertà, alla Procura e poi il questore di Agrigento ha firmato il doppio foglio di via. Sistematicamente, il questore – con il provvedimento dei fogli di via – prova ad allontanare da Agrigento, ma anche da altri Comuni della provincia, quanti, per un motivo o per un altro, si rivelano sospetti. Appena all’inizio del mese, sempre nella città dei Templi, ne erano stati firmati 4 – per due uomini e altrettante donne – che si aggiravano con fare sospetto. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Orrore nel Messinese, strangolata e uccisa una studentessa di Favara

  • Caso di Covid-19 anche a Porto Empedocle: contagiato il marito del sindaco

  • Arriva la conferma: il tampone Covid-19 è positivo, contagiato secondo agente della Penitenziaria

  • Coronavirus, sabato di "follia" a Porto Empedocle: "ressa" davanti al supermercato

  • Impennata di contagi Covid-19: l'Agrigentino sale a 75 casi

  • Coronavirus, morto al "Sant'Elia" il medico del lavoro di Palma di Montechiaro: c'è pure un quarto caso

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento