Lunedì, 17 Maggio 2021
Cronaca

Al museo archeologico finissage della mostra d'arte moderna "Codex/Spazio tempo"

La mostra è stata ideata e curata da Veronica Di Carlo, promossa e supportata Giuseppe Petix e Gabriella Costantino

Finissage

Mercoledì primo giugno alle 17.30, presso la Sala Conferenze del Museo Archeologico Regionale P. Griffo di Agrigento, si tiene il Finissage del secondo capitolo della mostra d’arte contemporanea “Codex / Spazio Tempo”, ideata e curata da Veronica Di Carlo, promossa e supportata dal Presidente Provinciale AICS di Agrigento Giuseppe Petix e dalla Direttrice del Museo Archeologico R. P. Griffo di Agrigento Gabriella Costantino. 

La mostra si pone da ponte di congiunzione tra il passato e i nuovi linguaggi dell’arte contemporanea e trova il suo incipit teorico nell'analisi di due concetti “lo spazio e il tempo” intesi alla stregua kantiana come mezzi universali e necessari per la lettura della realtà fenomenica, in balìa di un dialettico eterno ritorno hegeliano e trasposti alla lettura del contemporaneo. 

Si ricorda che le opere esposte in questo secondo capitolo sono di Martina Alfano, Emmanuela Di Quarto, Roberta Gennaro, Luisa Giannì, Grazia Inserillo, Michele Emanuele Sofia e Alfonso Rizzo; il lavoro di progettazione e allestimento dello spazio è di Sara Abello; Qr Code Sistem dell’apparato didattico è di Giovanna Norma Curcurù. 

In occasione dell’evento di chiusura della mostra si tiene la presentazione del saggio di estetica di Veronica Di Carlo, edito dalla casa editrice Aletti, dal titolo “Emilio Isgrò / Immagine o Parola?” che si propone di analizzare la questione che ruota intorno al concetto d'immagine e il suo conseguente rapporto al logos: “Da un lato, l'orizzonte di pensiero da cui parte l'analisi tiene conto non solo del dibattito avvenuto negli ultimi vent'anni del Novecento che da tempo va sotto il nome di iconic turn o pictorial turn e linguistic turn, ma anche dell'antichissima tradizione in cui esso si radica, i cui primordi s'identificano con le origini stesse del pensiero occidentale; dall'altro, nell'ambito dell'arte contemporanea, la questione dell'immagine e il suo rapporto con la parola, intesa come presentificazione dell'assente o assenza visibile, trova ampio respiro nella poetica dell'artista Emilio Isgrò che si pone tra "cancellatura e rivelazione" e oscilla intorno al quesito: "Immagine o Parola?".

Intervengono: Gabriella Costantino, direttrice del Museo Archeologico Regionale P. Griffo di Agrigento; Giuseppe Petix, presidente provinciale dell’Aics di Agrigento; Beniamino Biondi, assessore alla Cultura del Comune di Agrigento; Alessandra Principe, relatrice del saggio, esperta in lettere moderne, studi storici, antropologici e geografici; Veronica Di Carlo, autrice del saggio, esperta in comunicazione e didattica dell’arte e museale.

Dopo la conferenza si potrà acquistare il saggio (distribuito, in formato cartaceo ed e-book presso La Feltrinelli, Mondadori, Hoepli, Libreria Universitaria, UniLibro, IBS, Libreria Università Cattolica del Sacro Cuore, Amazon e in tutti bookstore on line) e si esibiranno in duo la flautista Maria Antonella Callea e il chitarrista Paolo Alongi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Al museo archeologico finissage della mostra d'arte moderna "Codex/Spazio tempo"

AgrigentoNotizie è in caricamento