rotate-mobile
Cronaca

Multe non pagate, la polizia provinciale affida la riscossione all'Agenzia delle entrate

E' stato accertato che alcuni dei sommari processi verbali, per l’anno 2014, per infrazioni al codice della strada non sono stati onorati

Multe, collocate al tergicristallo o comunque notificate e contestate ai trasgressori, che non sono state pagate. Non sono soltanto le sanzioni della polizia municipale di Agrigento a finire, molto spesso, nel dimenticatoio, ma anche quelle elevate dalla polizia provinciale. E, adesso, il Libero consorzio comunale – dopo che, appunto, il comando di polizia provinciale ha accertato che alcuni dei sommari processi verbali, per l’anno 2014, per infrazioni al codice della strada non sono stati onorati – ha affidato tutto nelle “mani” dell’agenzia delle Entrate.

Questo perché i titoli, adesso, sono esecutivi per la riscossione coatta. Si cerca, insomma, di recuperare oltre 6 mila euro di sanzioni amministrative, per infrazioni al codice della strada, per l’anno 2014. La riscossione coattiva, stando ai ruoli emessi, avrà come destinatari automobilisti residenti ad Agrigento, ma anche a Bergamo, Massa Carrara, Perugia, Enna e Palermo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Multe non pagate, la polizia provinciale affida la riscossione all'Agenzia delle entrate

AgrigentoNotizie è in caricamento