"Musica ad alto volume": riesplode la guerra fredda fra residenti e gestori dei locali

Ad accorrere, più volte, sono stati i poliziotti della sezione Volanti della Questura. Agenti che hanno constatato come effettivamente stavano le cose e fatto le segnalazioni alla sezione Pasi

Una veduta della via Atenea (foto ARCHIVIO)

Non passa ormai un solo fine settimana senza che non si registrino “Sos” alla centrali operative delle forze dell’ordine. A segnalare “disturbo della quiete pubblica” per “musica ad alto volume” e “fuori dall’orario consentito” sono stati – nella notte fra venerdì e ieri – i residenti della via Atenea. Ad accorrere, più volte, sono stati i poliziotti della sezione Volanti della Questura. Agenti che hanno constatato come effettivamente stavano le cose. Gli accertamenti della polizia di Stato, ieri mattina, sono finiti sul tavolo dei loro colleghi della sezione “Pasi”. Spetterà proprio a questa sezione della polizia di Stato stabilire se ci sono state o meno delle violazioni, da parte dei gestori dei locali pubblici, e, se dal caso, sanzionare.

Anche quanto è accaduto nella notte fra venerdì e ieri, ripropone però – concretamente – l’esigenza di trovare una soluzione per contemperare le esigenze di tutti. Da un lato, ci sono le esigenze dei residenti delle zone vicine ai locali della movida: siano essi in centro storico quanto nel rione balneare di San Leone e dall’altro lato, poi, ci sono gli imprenditori che hanno investito e che, nonostante le difficoltà economiche, continuano a mantenere viva la città.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Statale 189, l'auto finisce fuori strada e si ribalta: muore un ventiquattrenne

  • Perde il controllo dell'auto mentre torna a casa: muore 23enne dopo un incidente

  • Si taglia una gamba e muore dissanguato: tragedia a Palma di Montechiaro

  • Tragedia a San Leone: muore un turista svizzero di 35 anni

  • L'incidente lungo la strada per la Scala dei Turchi: 59enne muore dopo quasi un mese d'agonia

  • Totano gigante si arena sulla spiaggia: curiosità e incredulità a Punta Grande

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento