Cronaca

Morì al "San Giovanni di Dio", chiesto più di un milione di risarcimento

L'uomo era stato ricoverato al reparto di Pneumologia di Caltanissetta, poi venne trasferito a Cardiologia nella struttura di contrada Consolida

Un veduta dell'ospedale "San Giovanni di Dio"

Venne ricoverato in Cardiologia, all'ospedale San Giovanni di Dio, dal 13 al 31 novembre del 2004, data del decesso. Gli eredi, adducendo "negligenza, imprudenza e imperizia", hanno chiesto la condanna dell'Asp di Agrigento al risarcimento del danno di 1.136.047 euro. L'uomo era stato ricoverato al reparto di Pneumologia dell'ospedale di Caltanissetta. Poi venne trasferito all'ospedale di Agrigento dove dopo 17 giorni di ricovero spirò. Gli eredi hanno già chiesto, al tribunale di Caltanissetta, la nomina di un collegio peritale tecnico per accertare il nesso di casualità tra il decesso dell'uomo e le cure prestate sia dai sanitari dell'Asp di Caltanissetta che da quelli di Agrigento. 

L'Asp di Agrigento ha già conferito l'incarico ad un avvocato esterno all'azienda per difendere le proprie ragioni davanti al tribunale di Caltanissetta.   

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Morì al "San Giovanni di Dio", chiesto più di un milione di risarcimento

AgrigentoNotizie è in caricamento