Coronavirus, due tragedie in 24 ore: perdono la vita un'anziana e un 61enne di Canicattì, scuola sospesa in 3 Comuni

La pensionata era ospite di una casa di cura, l'uomo era stato ricoverato all'ospedale "San Giovanni di Dio". Vigilessa positiva al virus: chiuso, per sanificazione, il comando della polizia municipale di Villaseta

Questa volta la tragedia si è verificata fra l'ospedale "San Giovanni di Dio" di Agrigento e Canicattì. A perdere la vita, nella struttura di contrada Consolida, è stato un sessantunenne di Canicattì che era stato ricoverato pare proprio a causa del Covid-19. Ma non è stata l'unica tragedia per Canicattì perché - stando a quanto è stato reso noto dal sindaco Ettore Di Ventura - ha perso la vita anche un'anziana che era ospite di una casa di cura ed anche lei era ricoverata in ospedale. "Dietro ogni essere umano vi è una storia, vi sono degli affetti e delle sensibilità. Lasciatemelo dire - ha detto Di Ventura - . Poco importano le patologie pregresse o l'età anagrafica. Nelle ultime 24 ore, nella nostra città, registriamo due decessi. Si tratta di due decessi, di perdite per la comunità di appartenenza".

Licata è a 73 positivi da Covid-19. Canicattì, invece, è a 74. Sono queste le due realtà agrigentine che - per l'improvvisa impennata dei numeri di contagio - preoccupano. Ma un'impennata si è registrata anche a Palma di Montechiaro che è a quota 25 infetti. Prima di Licata e Canicattì, nelle scorse settimane, a preoccupare erano state Sciacca e Sambuca di Sicilia. A Sciacca che ha raggiunto i complessivi 131 casi, attualmente, stando al bollettino dell'Asp ci sono 38 contagiati. Sambuca ha invece 61 positivi per come reso noto - nelle ultime ore - dal sindaco Leo Ciaccio ed è arrivata a complessivi poco meno di 150 casi.

Vigile contagiato, chiuso comando della Municipale

Uffici della polizia municipale chiusi domani per poter effettuare una sanificazione urgente. A darne notizia è il comandante, il colonnello Gaetano Di Giovanni, che ha spiegato che una agente è risultata positiva al tampone. I colleghi della vigilessa, domani, andranno all’istituto Foderà per poter eseguire i test. Con la chiusura della sede resterà chiuso anche il centralino e la sala operativa. L’attività riprenderà normalmente lunedì. Continua a crescere la curva dei contagi anche ad Agrigento dove oggi sono stati registrati altri 8 tamponi positivi di persone asintomatiche. Una persona che ha mostrato sintomi più gravi è stata ricoverata all’ospedale San Giovanni di Dio. Per fortuna c’è stato anche un guarito. Il dato complessivo è di 57 pazienti positivi, di questi 55 trascorrono la quarantena nel proprio domicilio e due sono ricoverati all’ospedale San Giovanni di Dio. Intanto continuano i test volontari all’istituto Foderà di Agrigento promossi dal dipartimento prevenzione dell’Asp diretto da Vittorio Spoto.  Alle 18,30 di oggi i tamponi sono stati 410 e due di questi hanno dato esito positivo.  Risultati peggiori purtroppo in provincia. Ma è la conferma che fare questi covid screening è una scelta giusta. Domani si continuerà e probabilmente emergeranno altre persone positive al covid-19. (Leggi l'articolo)

Aumentano i casi ad Aragona

"Oggi ufficialmente i nuovi positivi comunicati dall’Asp sono 3. Il dato è solo parziale, poiché ufficiosamente (telefonicamente) è stato notificato ad altri soggetti la positività al fine di iniziare il periodo di isolamento e le procedura di contact tracing - ha spiegato il sindaco Peppe Pendolino - . Tutti i positivi stanno bene, non abbiamo nessun ospedalizzato e stanno combattendo il virus ognuno presso le proprie abitazioni".

Niente scuola a Grotte

Il sindaco Alfonso Provvidenza ha firmato un'ordinanza con la quale sospende l’attività didattica in presenza a partire da lunedì e fino a cessazione degli effetti dell’ordinanza del ministero della Salute. Quindi fino al 20 novembre. Ordinata anche una nuova sanificazione di tutti i plessi scolastici: Roncalli, Vittorio Emanuele Orlando, Sciascia, Mattarella nella giornata del 21 novembre. Provvidenza ha invitato all'utilizzo della didattica digitale integrata. 

Stop lezioni a Camastra

"Chiusura scuole di ogni ordine e grado da lunedì 9 novembre a venerdì 13 e predisposizione della didattica a distanza - ha annunciato il sindaco Dario Gaglio - . Preso atto della situazione epidemiologica attuale nel comune di Camastra e dei molti casi registrati da Covid-19 ho ritenuto opportuno in via precauzionale la chiusura delle scuole di ogni ordine e grado. So che difficilmente la scuola è il luogo dei contagi: gli insegnanti sono molto rigorosi nel far rispettare le regole, i bambini e i ragazzi ligi nell’applicarle".

Palma è a 26 positivi

"C'è un nuovo caso positivo - ha detto il sindaco Stefano Castellino - . Usciamo di casa solo se strettamente necessario. I genitori evitino di fare bighellonare i figli per strada". 

Sant'Angelo Muxaro blocca l'attività didattica

La piccola Sant'Angelo Muxaro è arrivata a quota 10 positivi. Gli ultimi due casi sono stati notificati oggi al sindaco Angelo Tirrito che ha disposto la sospensione didattica in presenza della scuola dell'infanzia, primaria e secondaria da lunedì fino al 21 novembre. E lo ha fatto "vista la rapidità di propagazione dell’infezione" - ha spiegato - .

Contagiati due ragazzini a Santa Margherita

"Altri due casi di positività. Si tratta di due ragazzi di 12 e 11 anni che erano già in isolamento. Fanno parte di due nuclei familiari diversi - ha reso noto il sindaco di Santa Margherita di Belìce: Franco Valenti - . Lunedì firmerò un'ordinanza di chiusura delle scuole per procedere da martedì ad una sanificazione straordinaria".

Allarme a Porto Empedocle 

C'è un nuovo caso di Covid a Porto Empedocle, ma anche - per fortuna - ben 6 guariti. C'è allarme però in città perché una insegnante della scuola elementare "Marullo" è stata contagiata dal virus. "Confermo la positività - ha detto il sindaco Ida Carmina - . Si tratta di una docente di Agrigento che non va a scuola dal 30 ottobre. Insegna nelle quarte classi - spiega il primo cittadino di Porto Empedocle - . Ho sentito la preside e i medici, i bambini delle due classi dove insegna la docente non andranno in classe e per loro sarà attivata la didattica a distanza. Lunedì e martedì faranno i test rapidi e se ci saranno problemi continueranno con la didattica a distanza. Il nuovo caso positivo è legato ad una persona che si era recata in aeroporto per prendere una congiunta, il tutto è accaduto presumibilmente a Catania in aeroporto. Pare che siano positivi anche la madre e la sorella. Sarebbero dunque tre in tutto, ma sono da quasi 10 giorni in quarantena. Nonostante ci sia qualche caso in più, il numero totale dei contagiati va progressivamente diminuendo". 

Campobello è a 13

"L'Asp ha notificato ufficialmente un altro caso. E' in isolamento da diversi giorni. Complessivamente abbiamo 13 contagiati. Siamo in attesa dell'esito dei tamponi dei primi contagiati" - ha reso noto il sindaco Gianni Picone - .  

+3 a Licata 

"L’Asp ha appena comunicato la positività di altri 3 concittadini. Il numero totale degli attuali positivi al coronavirus sale pertanto a 73 - hanno reso noto dal comando dela polizia municipale di Licata - . Fra gli ultimi 3 contagiati anche un piccino di appena 4 anni, oltre ad un 56enne e una trentenne". In serata, la stessa polizia municipale ha reso noto che ci sono state 5 guarigioni e dunque il numero dei positivi, in totale, è calato a 68.  “Nella nostra città il numero dei positivi al Covid 19 continua ad aumentare. Secondo il dato comunicato dall’Asp di Agrigento, stasera sono ben 73 le persone contagiate tra i quali molti bambini e giovanissimi studenti - ha detto il sindaco Pino Galanti - . Rivolgo un appello accorato alle famiglie: convincete i vostri figli a restare a casa, è indispensabile per tutelare la salute di tutti, ma anche l’economia della nostra città. Scongiuriamo il rischio di diventare 'zona rossa', visto che le conseguenze sarebbero gravissime. Non uscite per andare a spasso o a comprare le sigarette, uscite di casa solo se è strettamente necessario. Lunedì mattina chiederemo un confronto con i rappresentanti delle forze dell’ordine per potenziare i controlli sul territorio, che mi risulta siano già in atto e serrati, proprio nel tentativo di limitare al minimo gli spostamenti. Lo ribadisco: bisogna uscire di casa esclusivamente per ragioni di estrema necessità”.

Canicattì ha il maggior numero positivi

Ieri sera, sul tardi, al sindaco Ettore Di Ventura sono stanti notificati nuovi 13 casi. Ma anche una guarigione. "Dall'inizio di questo mese (ieri erano appena passati 6 giorni) sono 41 i soggetti positivi - ha spiegato il sindaco - . Siamo alle soglie dei 100 casi totali dall'inizio della pandemia. Sono stato informato dal dirigente scolastico sulla positività di due alunni che frequentano il plesso Rapisardi di via Allende, motivo per cui firmerò l'ordinanza di chiusura così da poter effettuare le operazioni di sanificazione e di tracciamento dei contatti". Appena ieri, l'amministratore - sempre per i contagi fra studenti - aveva disposto la chiusura di tutti i plessi centrali delle scuole medie: Verga, Gangitano e Pirandello. Plessi che rimarranno chiusi fino a mercoledì 11 novembre.

Coronavirus: boom di ragazzini positivi a Licata, contagi a raffica a Palma e 3 scuole chiuse a Canicattì

(Aggiornato alle ore 21,25)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: la Sicilia diventa zona gialla, Musumeci: "Non è un liberi tutti"

  • Incidente sulla statale 115: scontro fra auto e furgone, morta una 59enne di Licata

  • Coronavirus e zona "gialla", ecco tutte le regole in vigore da domani

  • Coronavirus, 4 morti fra Campobello, Palma e San Biagio: tornano ad aumentare i contagi

  • Coronavirus, nuovo boom di contagi in provincia: ad Aragona muore ex sindaco, una vittima pure a S. Giovanni Gemini

  • Coronavirus, crescono i casi a Canicattì (+11), Ravanusa (+9), Campobello (+3), Racalmuto e Licata (+1): c'è anche un morto

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento