menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Una veduta del costone

Una veduta del costone

Frana di via Favignana, Comune cerca esperto per relazione geologica

I soldi necessari – ben 208.641,23 euro – sono stati già impegnati. Il Comune di Agrigento, con un avviso esplorativo, sta cercando a chi affidare il servizio di ingegneria e architettura

I soldi necessari – ben 208.641,23 euro – sono stati già impegnati. Il Comune di Agrigento, con un avviso esplorativo, sta cercando a chi affidare il servizio di ingegneria e architettura per la relazione geologica, la progettazione definitiva e il coordinamento per la messa in sicurezza del versante dissestato sottostante la via Favignana a Monserrato. Per l’area dove c’è stata la frana che ha anche comportato la temporanea evacuazione di più famiglie di agrigentini, qualcosa dunque si muove.

Dopo che il Comune – era l’inizio dell’anno e c’era ancora la Giunta di Lillo Firetto – ha ottenuto la garanzia del finanziamento di 4.208.827,97 euro, negli ultimi giorni è stato approvato l’avviso per la raccolta di manifestazioni di interesse per partecipare alla procedura selettiva per affidare gli indispensabili servizi tecnici finalizzati alla redazione della relazione geologica che consentirà di fare un deciso passo in avanti. Cinque, per la precisione, gli operatori che verranno invitati e selezionati. L’importo complessivo posto a base di gara è di 161. 570,98 euro al netto di Iva e oneri accessori. Di tutto si sta, naturalmente, adesso, occupando l’Esecutivo del sindaco Franco Micciché.

Frana di via Favignana, c'è la convenzione: il Comune potrà dare via ai lavori

Lo scorso marzo, la giunta municipale dell’allora sindaco Lillo Firetto ha firmato con il dipartimento dell’assessorato regionale Territorio e Ambiente una convenzione per disciplinare i rapporti tra la Regione e Comune che è il soggetto beneficiario del contributo finanziario a valere sul programma operativo Fesr Sicilia 2014/2020: “Interventi di messa in sicurezza e per l’aumento della resilienza dei territori più esposti a rischio idrogeologico e di erosione costiera”. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Apre lo "Sportello di ascolto solidale": aiuterà anche le famiglie

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento