Maltrattata dopo aver scoperto il tradimento: moglie si costituisce parte civile

La donna - secondo l'accusa a carico del 51enne - è stata malmenata con tanto di sedia e minacciata di farle "togliere" i figli "perché pazza"

foto ARCHIVIO

Malmenata con tanto di sedia e minacciata di farle "togliere" i figli "perché pazza". Protagonista, suo malgrado, delle violenze ad opera del marito è stata una donna che, ieri, nel processo a carico dell'uomo, si è costituita parte civile. Imputato, appunto, il consorte - un cinquantunenne albanese, da tempo residente in città, -  che sarebbe stato scoperto dalla donna ad intrattenere rapporti extraconiugali con altre donne. A fare perdere il controllo all'uomo sarebbero state proprio le continue contestazioni - riporta oggi il quotidiano La Sicilia - della moglie. L'albanese è rappresentato e difeso dagli avvocati Salvatore Pennica ed Alfonso Neri. La donna, che ieri si è costituita parte civile, è assistita dall'avvocato Monica Malogioglio. Nell'udienza del 7 maggio sarà escussa la parte offesa. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nave "madre" abbandona barca a pochi metri dall'arenile: è maxi sbarco a Palma

  • Paga una piega ai capelli 150 euro, la parrucchiera: "Non ha voluto resto, mi sono commossa"

  • Amazon a braccia aperte, l'agrigentina Valeria Castronovo: "Ho cambiato vita a 32 anni"

  • "Pretendeva tangente da 15 mila euro per garantire la regolarità dei lavori": arrestato funzionario del Genio civile

  • Muore al "San Giovanni di Dio", espianto degli organi su una 29enne

  • Trovano un portafogli e lo portano alla polizia municipale: hanno appena 13 anni i piccoli già grandi

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento