Affetta da malaria va via dal pronto soccorso, l'ospedale: "Nessun rischio di contagio"

Il direttore sanitario dell'azienda ospedaliera: "Essendo un parassita che ha bisogno di un vettore per completare il suo ciclo è necessaria la presenza della zanzara Anofele che, nelle nostre zone, è stata assolutamente debellata da forse cinquant'anni o anche più"

Nel riquadro: Loredana Guida

"La paziente è arrivata, una prima volta al pronto soccorso, il 15 gennaio, alle ore 11,40 circa. Dopo circa 4 ore è stata visitata e presa in carico con un codice 'verde'. Aveva febbre alta, sono stati eseguiti degli esami di routine. Però poi la paziente ha firmato le proprie dimissioni ed è andata via. E' ritornata dopo 5 giorni, giorno 20, ma era già in coma, in condizioni critiche ed è stata quasi subito ricoverata in Rianimazione. Ci siamo confrontati anche con centri specialistici a Palermo soprattutto e a Roma per seguire i protocolli terapeutici previsti in questi casi. Abbiamo fatto il possibile". Lo ha detto, ad AgrigentoNotizie, ricostruendo quanto accaduto, il direttore sanitario dell'ospedale "San Giovanni di Dio" di Agrigento: Antonello Seminerio. Non c'è ancora nessuna inchiesta interna, ma appare scontato che venga avviata. "Ci riserviamo tutte le azioni opportune - ha spiegato Seminerio - in base a quello che emergerà dalla documentazione". 

Morta di malaria a 44 anni dopo una vacanza in Nigeria

Per circa nove ore, in pronto soccorso al "San Giovanni di Dio" di Agrigento, Loredana Guida ha atteso di capire - attraverso degli esami diagnostici - cosa avesse. Perché quella febbre alta continuava a tenerla "prigioniera". Aveva riferito, e non lo aveva fatto a caso, d'essere stata in Africa. 

Movimento 5 Stelle: "La Regione faccia piena chiarezza su questa vicenda"

Sul perché Loredana Guida sia andata via dal pronto soccorso, il direttore sanitario Antonello Seminerio non ha una risposta: "Non sono in grado di dirlo, non sappiamo il motivo". Su cosa sia emerso dalle analisi del sangue effettuate, taglia corto: "E' un aspetto riservato".

L'Assostampa: "Caparbia, scrupolosa e dalla grande umanità"

Nell'ultimo ventennio, ad Agrigento, almeno all'ospedale di contrada Consolida, non si sono registrati casi di malaria. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sull'interrogativo che, in queste ore, molti agrigentini si stanno ponendo - quello di un rischio contagio - il direttore sanitario del "San Giovanni di Dio" è stato chiaro: "Non c'è alcun rischio contagio. Essendo un parassita che ha bisogno di un vettore per completare il suo ciclo è necessaria la presenza della zanzara Anofele che, nelle nostre zone, è stata assolutamente debellata da forse cinquant'anni o anche più".

Giornalista morta di malaria, la Regione dispone l'acquisizione delle cartelle cliniche

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Vendesi villa da sogno", casa Modugno a Lampedusa potrà essere acquistata

  • A 214 km orari sulla statale 640, raffica di multe per l'elevata velocità e per uso del cellulare

  • Coronavirus, 7 nuovi casi: 3 ad Aragona, 2 a Sciacca, 1 ad Agrigento e a Palma

  • I contagi da Covid-19 continuano ad aumentare, firmata l'ordinanza: ecco tutti i nuovi divieti

  • Coronavirus, boom di contagi ad Aragona e tamponi positivi anche a Licata

  • Emergenza Covid-19: diagnosticati 7 nuovi contagi ad Aragona che è a 16 casi: positivi anche ad Agrigento e Sciacca

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AgrigentoNotizie è in caricamento