Sabato, 24 Luglio 2021
Cronaca San Leone

Scoppia una nuova lite nel piazzale dell'ex eliporto: un giovane ferito, l'altro in fuga

La polizia è giunta sul posto in maniera fulminea, prima che tutto degenerasse

Nuovo momento di tensione ieri sera nel piazzale dell'ex eliporto di San Leone. Due giovanissimi - non è chiaro per quale motivo - sono venuti alle mani e, subito, è dilagato il caos. Del resto, la sera prima, nel giro di circa tre ore, si sono registrate tre risse. Sul posto, s'è immediatamente precipitata la polizia. Uno degli esagitati, verosimilmente l'aggressore, se l'è data a gambe levate ed è riuscito a far perdere ogni sua traccia. L'altro ragazzo, rimasto stordito per i cazzotti presi, è stato controllato dagli operatori sanitari dell'ambulanza del 118 che, in via precauzionale, è stata fatta giungere fino al piazzale dell'ex eliporto. 

San Leone è sprofondata nel caos: tre risse in tre ore nonostante i massicci controlli interforze

"Volete intervenire e risolvere? Lo chiedo da padre di famiglia - ha scritto, ieri sera, Giuseppe Di Rosa - . Preparate un furgone della polizia o dei carabinieri e al primo inizio di rissa, di gente ubriaca o sotto l’effetto di droghe, anche se minori, metteteli in stato di fermo, fate correre i genitori in caserma, fategli rovinare la serata, anche se poi dovrete lasciarli a piede libero, fategli provare l’ebrezza del fermo di polizia. Se non fate così, non smetteranno di drogarsi e bere fino a quando non ci scappa il morto" - ha concluso Di Rosa - . 

I giovani, al primo accenno di rissa, possono essere bloccati e identificati dalle forze dell'ordine. Certamente non sottoposti al provvedimento di "fermo". Di Rosa, esasperando, ha però chiesto una cosa importante: venga loro rovinata la serata, vengano allertate le famiglie.  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scoppia una nuova lite nel piazzale dell'ex eliporto: un giovane ferito, l'altro in fuga

AgrigentoNotizie è in caricamento