Cronaca Villaggio Mosè

Litiga con i familiari e sbotta: “Ora vado a prendere la pistola!”, denunciato

Al 47enne sono state contestate, dalla polizia, le ipotesi di reato di omessa custodia di armi e minaccia

Scoppia una lite, per motivi familiari, e uno dei coinvolti, ad un certo punto, sbotta in una minaccia: “Ora vado a prendere la pistola!”. Qualcuno, temendo il peggio, ha subito allertato la polizia di Stato e gli agenti della sezione Volanti, subito sopraggiunti nel quartiere satellite del Villaggio Mosè, hanno denunciato, in stato di libertà, alla Procura della Repubblica: M. S. di 47 anni. Le ipotesi di reato contestate sono state: omessa custodia di armi e minaccia.

La “Colt”, di cui effettivamente l’agrigentino era in possesso, è risultata essere legalmente detenuta. Avrebbe però dovuto essere da tutt’altra parte: ossia nell’abitazione dell’intestatario e non nella casa della madre dove – stando alle ricostruzioni ufficiali – è stata invece ritrovata. Ecco perché dunque s’è concretizzata l’ipotesi di reato di omessa custodia di armi. Accusa di cui l’agrigentino adesso dovrà difendersi. I poliziotti della sezione Volanti della Questura sono intervenuti immediatamente, non appena raccolto l’Sos giunto al numero unico d’emergenza. La minaccia paventata – rimasta solo a livello di minaccia appunto – era del resto decisamente seria. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Litiga con i familiari e sbotta: “Ora vado a prendere la pistola!”, denunciato

AgrigentoNotizie è in caricamento