Figlio conteso per le feste, scoppia l'ennesima baruffa: la polizia riporta la calma

A chiamare la sala operativa è stato il papà che recriminava il suo diritto di genitore. Gli agenti hanno relazionato all'autorità giudiziaria

Quanto l’amore fra coniugi finisce, inizia la contesa. E nella maggior parte dei casi riguarda i figli. Specie, poi, nel periodo delle feste. Così è stato, il giorno di Santo Stefano, ad Agrigento dove a contendersi la presenza, e forse anche l’affetto, del figlioletto di appena 3 anni sono due trentenni. Nell’ultima circostanza festiva - ma non sarebbe stata la prima, né verosimilmente sarà l’ultima – è dovuta intervenire, per riportare la calma, la polizia di Stato. E gli agenti della sezione Volanti della Questura hanno relazionato, per iscritto, al giudice.    

Dopo circa 5 anni di matrimonio, lo scorso anno – per la coppia – è stato il momento dell’addio. Non definitivo visto che, appunto, hanno un figlio. La separazione, a quanto pare, è stata contrassegnata da continue diatribe, discussioni e litigi. Da alcuni mesi – circa cinque o sei – è un susseguirsi anche di richieste di intervento alla sala operativa delle forze dell’ordine e di denunce.

Il giudice ha affidato il piccolo alla madre, con l'ordine alla donna di lasciarlo - una volta alla settimana - al padre e  affidandosi al buon senso in occasioni delle giornate di festa. Il risultato è stato - stando a quanto emerge - una ventina circa di interventi della polizia per riportare la calma ed evitare che urla, offese e insulti reciproci degenerino. L'ultimo parapiglia, appunto, si è verificato nel giorno di Santo Stefano. Pare che la mamma non abbia voluto far vedere il piccino al padre, ne' tantomeno lasciarlo andare da lui nel giorno di festa. L'uomo – inevitabilmente su tutte le furie, recriminando anche i propri diritti di padre – ha richiesto l’intervento dei poliziotti della sezione Volanti della Questura.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Gli agenti non hanno potuto far altro che precipitarsi sul posto per cercare di riportare la calma nell’ormai ex coppia e di trovare un accordo, evitando di fatto che il piccoletto rimanesse spettatore delle diatribe e delle ritorsioni fra i suoi genitori.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nave "madre" abbandona barca a pochi metri dall'arenile: è maxi sbarco a Palma

  • "Pretendeva tangente da 15 mila euro per garantire la regolarità dei lavori": arrestato funzionario del Genio civile

  • Amazon a braccia aperte, l'agrigentina Valeria Castronovo: "Ho cambiato vita a 32 anni"

  • Trovano un portafogli e lo portano alla polizia municipale: hanno appena 13 anni i piccoli già grandi

  • È morto John Peter Sloan, l'insegnante d'inglese più simpatico e famoso d'Italia

  • "Fase 2": movida e assembramenti, alcol vietato dalle 21 e locali chiusi a mezzanotte

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento