L'inferno di fuoco di via Unità d'Italia, brucia ancora il magazzino: 20 famiglie per strada

Le fiamme continuano a divorare materiale da imballaggio alimentare: plastica, cartoni per pizza e pedane. Pare che il pavimento del primo piano dello stabile risulti essere inclinato. Firetto: "Serviranno verifiche tecniche prima di poter capire quali sono le reali condizioni dell'immobile" 

Il palazzo all'alba

Qualcuno, già stanotte, ha parlato di un "nuovo Agrimarket" (l'incendio del palazzo del Villaggio Mosè che nel marzo del 2007 determinò lo sgombero di ben 22 famiglie ndr.). I vigili del fuoco del comando provinciale di Agrigento sono ancora al lavoro in via Unità d'Italia, nel rione di Fontanelle. Ci vorrà ancora del tempo - verosimilmente l'intera mattinata - prima di riuscire a spegnere definitivamente le fiamme che continuano ad essere presenti all'interno del magazzino.

Inferno di fuoco in un magazzino: pompieri e carabinieri evacuano un palazzo 

Per l'intera notte, una ventina di famiglie (dovrebbero essere 18 nuclei familiari per circa un'ottantina di persone ndr.) sono rimaste fuori casa, per strada, ad assistere alla distruzione del palazzo dove vivevano. Le fiamme, prima che giungessero i soccorsi, hanno letteralmente avvolto lo stabile. A bruciare, all'interno del magazzino di circa 500 metri quadrati, con un'altezza di 10 metri, sono state - e sono ancora appunto - materiale da imballaggio alimentare: plastica, cartoni per pizza e pedane. Tante pedane di legno: si parla di circa 7 metri quadrati di pedane.

 

I danni non sono stati ancora stabiliti. Si potrà farlo solo quando le fiamme verranno completamente domate. Pare però che il pavimento del primo piano dello stabile risulti essere inclinato. Ma a confermarlo non potranno che essere le verifiche dei vigili del fuoco e dei funzionari dell'Utc di palazzo dei Giganti. In nottata, sul posto, s'è recato anche il sindaco di Agrigento Lillo Firetto. "Sarà necessario fare degli accertamenti tecnici prima di poter capire quali sono le reali condizioni dell'immobile - ha detto il primo cittadino - . E' stato un brutto, ma veramente brutto, incendio. Ad un certo punto, verso l'una, a rinforzo dei mezzi dei pompieri, sono anche intervenute le autobotti comunali". Al lavoro, sempre durante la notte, tentando di velocizzare le operazioni di spegnimento del materiale in fiamme, anche degli escavatori. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Cosa abbia determinato la scintilla iniziale, di quello che è stato un inferno di fuoco e fumo, non è chiaro. Delle indagini si occuperanno i carabinieri che, per l'intera notte, hanno lavorato in ausilio ai pompieri. 

IL VIDEO. Notte d'inferno a Fontanelle: gli escavatori "sventrano" il magazzino: le immagini

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Emergenza Covid-19, altri due casi in provincia: chiuso ristorante e richiamati tutti i clienti

  • La faida sull'asse Favara-Belgio, scatta l'operazione "Mosaico": raffica di arresti, trovate armi

  • Operazione "Mosaico": duplice tentato omicidio, ecco chi sono i 7 arrestati

  • Coronavirus, ancora positivi in provincia: a Ravanusa i casi salgono a sette

  • Nuova "bomba" d'acqua sull'Agrigentino: strade e ristoranti allagati, albero su auto

  • Il Covid non molla la sua presa: due nuovi casi a Favara, uno a San Biagio e Grotte

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AgrigentoNotizie è in caricamento