Auto a fuoco a Villaseta, le fiamme "divorano" anche un ciclomotore

L’ipotesi investigativa che viene privilegiata dalla polizia è quella di un incendio doloso. Ma servirà del tempo e delle indagini per suffragare l’idea iniziale

Brucia un’autovettura – una Honda Jazz – di proprietà di un agrigentino disoccupato di 61 anni. Le fiamme, decisamente violente, riescono a raggiungere e a danneggiare anche il ciclomotore che era parcheggiato a pochi passi. Due ruote che è risultato essere della moglie del disoccupato. E’ accaduto tutto, nella notte fra venerdì e ieri, in via Michele Amari nel quartiere di Villaseta. Scattato l’allarme, in una manciata di minuti, si sono precipitati sul posto sia i vigili del fuoco del vicino comando provinciale che i poliziotti della sezione Volanti della Questura.

I primi, idranti alla mano, hanno cercato di salvare il salvabile. Gli agenti, invece, non appena le fiamme sono state domate, si sono subito occupati di avviare l’attività investigativa per cercare di stabilire cosa effettivamente abbia innescato la scintilla iniziale. Accanto all’autovettura, così come accanto al ciclomotore, non sono state trovate tracce di liquido infiammabile, né taniche o bottiglie sospette. Le cause del rogo, che ha provocato danni pesanti, ieri risultavano essere, dunque, ancora da accertare. L’ipotesi investigativa che viene privilegiata dalla polizia è quella di un incendio doloso. Ma servirà del tempo e delle indagini per suffragare l’ipotesi. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Statale 189, l'auto finisce fuori strada e si ribalta: muore un ventiquattrenne

  • Perde il controllo dell'auto mentre torna a casa: muore 23enne dopo un incidente

  • Si taglia una gamba e muore dissanguato: tragedia a Palma di Montechiaro

  • Tragedia a San Leone: muore un turista svizzero di 35 anni

  • L'incidente che ha ucciso Angelo, Racalmuto è sotto choc: annullati tutti gli eventi del week end

  • Corre dal figlio finito in ospedale e litiga con l'ex suocero: anziano denunciato

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento