menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Una veduta panoramica di Agrigento

Una veduta panoramica di Agrigento

I titolari di b&b: "Offriamo un soggiorno alla turista derubata"

Ieri la polizia ha denunciato il proprietario di un bed and breakfast con l'accusa di avere rubato la carta di credito di una cliente, utilizzandola poi per fare acquisti

L’Abba, associazione bed and breakfast di Agrigento, ospiterà per quattro notti la turista americana che, in occasione di un soggiorno ad Agrigento, è stata derubata della carta di credito da parte del titolar di b&b che la ospitava. Lo ha annunciato Giovanni Lopez, presidente dell’associazione.

“Il gesto vuole essere – scrive Lopez – a fronte di quanto accaduto, un segno di solidarietà nei confronti della sfortunata ospite. Il soggiorno verrà organizzato ad hoc ed arricchito da un tour guidato della nostra città con la collaborazione di operatori del settore”.

Ad indagare sull’accaduto, come è noto, è stata la squadra mobile di Agrigento, che ha denunciato il titolare del b&b che aveva ospitato per una notte la turista americana. Secondo l’accusa l’uomo avrebbe sottratto la carta di credito alla cliente, utilizzandola per fare acquisti. La polizia accusa l’agrigentino di avere riservato lo stesso trattamento anche ad altri clienti. L’ammontare degli acquisiti che l’uomo avrebbe fatto con carte di credito di altri sarebbe pari a 6.200 euro.

“La nostra associazione – aggiunge l’Abba - intende prioritariamente e sentitamente scusarsi con la turista per l'accaduto, a nome di tutti i soci ed a nome di tutte le strutture ricettive extra-alberghiere di Agrigento che lavorano nella legalità e nella correttezza professionale, prendendo le dovute distanze da coloro i quali, nella più totale carenza di discernimento, si rendono autori di azioni talmente disoneste ed assurde. Per fugare ogni dubbio, è nostro dovere precisare con assoluta certezza che i soci aderenti alla nostra associazione sono assolutamente estranei ai fatti”. Giovanni Lopez conclude affermando che “tantissimi sono oramai coloro i quali hanno intrapreso un'onesta attività in questo crescente settore, ed il loro quotidiano e legale impegno non deve e non può essere oscurato da queste azioni di immensa scorrettezza nei confronti di chi, con amorevole desiderio di conoscenza e scambio interculturale, affronta viaggio e relative spese per venire a visitare la nostra terra”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento