rotate-mobile
La proposta

Gela - Castelvetrano, finita la fase del dibattito pubblico: ecco la prima proposta di tracciato

E' stato pubblicato sugli albi pretori dei Comuni interessati il lunghissimo dossier realizzato al termine della fase di interlocuzione con i territori

Statale Gela/Agrigento/Castelvetrano, finita la fase di interlocuzione con i territori si dovrebbe giungere (si spera) alla progettazione di un'opera viaria importantissima e attesa da tre province ma soprattutto dall'Agrigentino, da anni privo di un collegamento autostradale valido.

Il resoconto dei mesi trascorsi a svolgere eventi pubblici con la partecipazione di numerosi sindaci, rappresentanti di associazioni di vario tipo eccetera, è stato pubblicato in un lungo rapporto da parte della direzione tecnica del progetto sugli albi pretori degli enti interessati, con una chiara indicazione di quello che potrebbe essere il progetto definitivo che poi sarà oggetto di valutazione da parte delle strutture statali di competenza.

"A fronte di quanto riportato, e tenuto conto di quanto emerso dal dibattito - si legge - il tracciato che la proponente Anas ritiene preferibile adottare per lo sviluppo dell’intervento è quello delineato dall’alternativa 2. Ovviamente, nel proseguo della progettazione, verranno attuati tutti i necessari approfondimenti e perfezionamenti al fine di tenere conto di tutte le indicazioni ritenute accoglibili illustrate nel capitolo 4 della presente relazione".

In particolare questo progetto manterrebbe numerosi svincoli già esistenti e ne realizzerebbe altri, interagendo quindi molto con la viabilità interna già presente.

Nel dettaglio: svincolo di Montallegro da mantenere (Svincolo esistente con SP28 Montallegro); svincolo di Siculiana Ovest (esistente da mantenere); svincolo con SS115 ad ovest di Agrigento (Svincolo Agrigento Ovest, in comune di Realmonte); svincolo con SS118 in comune di Joppolo Giancaxio; svincolo con la SS189 (svincolo Agrigento Nord, nei pressi di contrada San Michele); svincolo con la SS640 Agrigento – Caltanissetta (a nord dello svincolo Petrusa); svincolo con SS122 (a ovest di Favara); svincolo con SS115 ad Est di Agrigento (Svincolo Agrigento Est, nei pressi del villaggio Mose).

Cosa avverrà adesso? Il progetto di fattibilità tecnica dovrà passare dalla conferenza di servizi preliminare, nel corso della quale tutte le amministrazioni e gli enti saranno obbligati ad esprimersi sul tracciato e potranno essere avanzate eventuali condizioni. Il progetto verrà quindi tramesso al Consiglio superiore dei Lavori pubblici e, in caso di approvazione, proseguirà con gli approfondimenti tecnici propri della progettazione definitiva sulla base dei quali verrà avviata la procedura di Via e la definitiva Conferenza dei servizi decisoria.

Tutto, si precisa, sempre tenendo aperto il dialogo con il territorio.

C’è solo una domanda a cui nessuno al momento da risposte concrete: quando si consumeranno tutti i passaggi necessari per - molto prosaicamente - mettere in opera i lavori di costruzione?

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gela - Castelvetrano, finita la fase del dibattito pubblico: ecco la prima proposta di tracciato

AgrigentoNotizie è in caricamento