rotate-mobile
Mercoledì, 8 Dicembre 2021
Cronaca

"Furto e scippo mentre è all'obbligo di firma", la difesa al riesame: "Niente indizi, va scarcerato"

Fabrizio Rizzo, 27 anni, è finito in cella per delle presunte violazioni della misura: il caso approda al tribunale della libertà

"Mancano i presupposti, i requisiti, i gravi indizi di colpevolezza e le esigenze cautelari": la difesa del ventisettenne Fabrizio Rizzo, finito in carcere lunedì scorso su decisione del gip, secondo cui avrebbe commesso due reati durante l'esecuzione della misura cautelare dell'obbligo di firma, chiede la scarcerazione.

"Furto e scippo mentre era sottoposto alla misura cautelare", 27enne finisce in carcere

L'avvocato Calogero Lo Giudice chiede ai giudici del tribunale del riesame di Palermo di annullare l'ordinanza del giudice Alessandra Vella che ha disposto un aggravamento della misura, decidendo la custodia in carcere. Rizzo, che un anno fa era stato arrestato con l'accusa di avere messo a segno un furto in una villa di San Leone, nelle scorse settimane avrebbe scippato una donna a Raffadali e avrebbe commesso un nuovo furto in un'abitazione cittadina. A tradirlo, in quest'ultimo caso, sarebbe stata un'impronta digitale.

"Sorpreso a rubare in una villa di San Leone", 27enne torna libero dopo un anno

Nell'attesa di un nuovo processo per questi fatti, il giudice ha aggravato la misura ma la difesa non ci sta e chiede l'annullamenti del provvedimento. Nei prossimi giorni sarà fissata l'udienza al tribunale del riesame nella quale sarà discusso il ricorso. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Furto e scippo mentre è all'obbligo di firma", la difesa al riesame: "Niente indizi, va scarcerato"

AgrigentoNotizie è in caricamento