Sabato, 13 Luglio 2024
Cronaca Villaggio Mosè

"Gang" in trasferta per "ripulire" 2 supermarket, braccati e acciuffati dai carabinieri: 3 arresti

I militari dell'Arma, armi in pugno, sono riusciti letteralmente a bloccare - tra San Giusippuzzu e la zona industriale - la macchina dei fuggitivi 

Scoperti, inseguiti e braccati lungo le strade di Agrigento - quelle fra Fontanelle e San Giusippuzzu, in maniera particolare, - arrestati in flagranza di reato e "incastrati" dai filmati delle telecamere di video sorveglianza dei due supermercati dove avevano messo a segno dei colpi. Sono tre romeni, residenti a Vittoria, gli uomini - un trentaduenne, un venticinquenne e un ventisettenne - che sono finiti, ieri, nei guai. Dopo l'arresto sono stati posti nelle camere di sicurezza della caserma Biagio Pistone, in attesa dell'udienza di convalida. 

Credevano di farla franca. Non ipotizzavano nemmeno che qualcuno si sarebbe accorto di loro, che sarebbe stato lanciato l'allarme e che ne sarebbe venuto fuori un vero e proprio inseguimento: con i carabinieri che, armi in pugno, sono riusciti letteralmente a bloccare - tra San Giusippuzzu e la zona industriale di Agrigento - la macchina dei fuggitivi. 

Tre i ladri, in trasferta da Vittoria nel Ragusano, che sono stati appunto arrestati. La banda - composta da tre romeni residenti a Vittoria - aveva razziato "Il Centesimo" di viale Cannatello al Villaggio Mosè e "Max" di via Caruso Lanza a Fontanelle. Credendo, appunto, di non essere visti si erano, in maniera repentina, appropriati tantissime bottiglie di alcolici e superalcolici. Qualcuno, però, li ha appunto scoperti ed ha subito chiesto "aiuto" alla centrale operativa dell'Arma. I carabinieri hanno immediatamente cinturato l'intero quartiere di Fontanelle. Le ricerche dell'autovettura sospetta si sono estese, ad un certo punto, praticamente ovunque e l'auto - che era stata presa a noleggio - è stata intercettata nei pressi di contrada San Giusippuzzu. 

E' scattato l'inseguimento: scene da film, praticamente. I carabinieri, per costringere i malviventi ad arrestare la marcia, li hanno braccati armi in pugno. E una volta bloccati, appunto, con tanto di sirene accese, i tre sono stati portati - bloccando anche il traffico all'altezza di piazza Vittorio Emanuele - alla caserma Biagio Pistone. Durante tutto il pomeriggio, sono stati acquisiti i filmati dei sistemi di video sorveglianza posti a presidio dei due supermercati. Filmati che, di fatto, li avrebbero "incastrati". I tre, a quanto pare, avevano privilegiato le bottiglie di alcolici e superalcolici poiché prive di antitaccheggio. 

Nell'auto, sulla quale sono stati bloccati, i carabinieri hanno ritrovao anche diversi arnesi atti allo scasso. Non è escluso - ma è solo una deduzione - che la loro giornata di "lavoro" sarebbe continuata. Ad essere arrestati, per furto, sono stati: un trentaduenne, un venticinquenne e un ventisettenne. Tutti e tre sono stati trattenuti nelle camere di sicurezza della caserma in attesa dell'udienza di convalida.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Gang" in trasferta per "ripulire" 2 supermarket, braccati e acciuffati dai carabinieri: 3 arresti
AgrigentoNotizie è in caricamento