menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Blitz antidroga "Casuzza", ecco i nomi dei destinatari delle misure cautelari

Per sei - dei complessivi 21 indagati - il giudice per le indagini preliminari Alessandra Vella ha rigettato la richiesta avanzata dalla Procura della Repubblica 

Nove dei 21 indagati sono stati posti agli arresti domiciliari, quattro sono stati raggiunti dall'obbligo di dimora, uno dall'obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria e un altro ancora al divieto di soggiorno nel Comune di Agrigento. A firmare le misure, richieste dai pm Gloria Andreoli e Sara Varazi, è stato il giudice per le indagini preliminari Alessandra Vella. Misure che, all'alba, sono state eseguite dalla Squadra Mobile di Agrigento con in testa il vice questore aggiunto Giovanni Minardi e il suo vice: il commissario capo Giovanni Franco.

Operazione antidroga fra città e provincia: eseguite 15 misure cautelari fra i 21 indagati

Agli arresti domiciliari sono stati sottoposti: Calogero Sorce, 28 anni di Agrigento; Cristina Schembri, nata in Germania, 23 anni; Floriana Pia Pullara, nata a Pescia, 21 anni; Michele Bongiorno, nato ad Agrigento, 30 anni; Gabriele Gramaglia, nato ad Agrigento, 24 anni; Calogero Mulè, nato a Canicattì, 29 anni;  Carmelo Papia, nato ad Agrigento, 34 anni; Antonio Sciortino, nato a Favara, 44 anni e Angelo Stagno, nato ad Agrigento, 20 anni. Coloro che sono stati posti agli arresti domiciliari - scrive il gip del tribunale di Agrigento - non dovranno allontanarsi dal luogo di esecuzione degli arresti senza l'autorizzazone del giudice procedente, avranno divieto di incontro e di colloquio, anche telefonico, con persone diverse dai familiari conviventi, del medico curante e del difensore. 

L'obbligo di dimora, con prescrizioni di non allontanarsi dalla propria abitazione prima delle 7 e obbligo di farvi rientro entro le 21, è stato applicato - sempre su disposizione del gip del tribunale di Agrigento, a Bryan Pullara, nato ad Agrigento, 21 anni; Antonio Baldacchino, nato a Canicattì, 20 anni; Simona Schembri, nata in Germania, 23 anni e Giovanni Lombardo, nato ad Agrigento, 26 anni.

Divieto di dimora nel Comune di Agrigento, invece, per Bah Ousmane, nato in Guinea, 20 anni, che, a quanto pare, al momento, si trova - per altri fatti - recluso alla casa circondariale "Pasquale Di Lorenzo". 

E obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria, ogni martedì e venerdì tra le ore 17 e le 18, per Lorenzo Maria, nato ad Agrigento, 34 anni.

Per altri sei - dei complessivi 21 indagati - il giudice per le indagini preliminari Alessandra Vella ha rigettato la richiesta di misura cautelare avanzata dalla Procura della Repubblica. 

Operazione antidroga fra Agrigento, Favara e Canicattì: le immagini

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento