"Obbligatorio pagare l'assistenza ai migranti anche senza soldi in bilancio", raffica di condanne per i Comuni

Tre provvedimenti ribadiscono il diritto delle coop a ottenere il saldo delle rette dalle amministrazioni: due enti costretti a corrispondere quasi 260mila euro

“L’obbligo di assistere i minori non accompagnati è sempre previsto dalla legge indipendentemente dal fatto che l’ente pubblico abbia o meno previsto la relativa copertura finanziaria nella spesa di bilancio”.

Ennesimo pronunciamento contro i Comuni e a favore delle cooperative che assistono i migranti. Il giudice Silvia Capitano, alla quale si sono rivolte le cooperative Gea Coop, La mano di Francesco e Maometto, rappresentate in giudizio dagli avvocati Giuseppe Scozzari e Angelo Sutera, ha stabilito che i Comuni di Agrigento e Favara dovranno pagare alle coop i costi sostenuti per l’accoglienza ai minori non accompagnati.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

l Comune di Agrigento (che dovrà pagare 78 mila euro alla Maometto coop e 124 mila a La Mano di Francesco) e quello di Favara (57 mila alla Gea coop) avevano risposto alle richieste delle cooperative che non avrebbero potuto pagare loro le rette, relative a poco meno di un anno complessivamente, perché non avevano la copertura finanziaria. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nave "madre" abbandona barca a pochi metri dall'arenile: è maxi sbarco a Palma

  • Paga una piega ai capelli 150 euro, la parrucchiera: "Non ha voluto resto, mi sono commossa"

  • "Feroce" rissa davanti ad un ufficio postale, la Mobile evita il peggio: tre denunciati

  • Muore al "San Giovanni di Dio", espianto degli organi su una 29enne

  • Amazon a braccia aperte, l'agrigentina Valeria Castronovo: "Ho cambiato vita a 32 anni"

  • Grigliata notturna fra amici e assembramenti: 10 sanzioni

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento