Muore al "San Giovanni di Dio", espianto degli organi su una 29enne

Cornee, reni e fegato sono finiti - di fatto trasferiti con due elisoccorsi - agli ospedali di Palermo e di Bergamo

L'ospedale "San Giovanni di Dio"

Espianto multiorgano su una ventinovenne di Palma di Montechiaro, deceduta all'ospedale "San Giovanni di Dio" di Agrigento. A dare il via libera a quello che è stato un gesto di solidarietà, ma anche di speranza per tante altre famiglie, sono stati i congiunti della donna: mamma di tre bambini. Lo riporta oggi il quotidiano La Sicilia. Gli organi prelevati - cornee, reni e fegato - sono finiti, trasferiti con due elisoccorsi, agli ospedali di Palermo e di Bergamo. L'espianto è avvenuto dopo che i medici hanno accertato la morte cerebrale della giovane donna, dopo che è arrivato l'ok da parte dei familiari e dopo che è trascorso il tempo - 6 ore - previsto dal momento in cui viene accertata la morte cerebrale. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Focolaio di coronavirus in casa di riposo, oltre 50 i positivi: Campobello è a rischio "zona rossa"

  • Auto sbatte contro un cancello e si ribalta lungo la statale 122, morto il ventiseienne

  • Coronavirus, boom di contagi ad Aragona: 24 in un solo giorno e si arriva a 65 positivi, un'altra vittima a Canicattì

  • Coronavirus, i positivi continuano ad aumentare: chiuse piazze e vie e stop alle scuole

  • Incidente sulla statale 115: violento scontro frontale fra auto, due feriti in ospedale

  • Coronavirus, nel "valzer" di guarigioni e nuovi contagi c'è una nuova vittima: è un grottese

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento